Grosseto, 7 luglio 2017 – Quale giornata più adatta per parlare di libri, adesso che è stato svelato il vincitore del Premio Strega? Gli appassionati di letteratura, di romanzi, saggi, interviste, incontri con personaggi del mondo dello spettacolo ma anche della politica attendono ogni anno che arrivi Capalbio Libri, il festival sul piacere di leggere. Quest'anno la manifestazione si terrà da sabato 29 luglio a sabato 5 agosto, sempre nella deliziosa piazza Magenta. Ideato da Andrea Zagami, con la direzione editoriale di Denise Pardo, il festival è organizzato dall’agenzia di comunicazione integrata Zigzag in collaborazione con il Comune di Capalbio. Ogni sera dalle 19 la presentazione di un libro, che sul palco diventa dialogo con vari ospiti. La principale novità di questa undicesima edizione sarà un appuntamento interamente dedicato al piacere di leggere con la partecipazione del ministro dei Beni, delle Attività Culturali e del Turismo, Dario Franceschini, e della scrittrice ed editrice Teresa Cremisi.


Gli autori e i libri. Da Maurizio Molinari con "Il ritorno delle tribù. La sfida dei nuovi clan all’ordine mondiale" (Rizzoli) ad Alan Friedman e il suo "Questa non è l’America" (Newton Compton), dalla profonda analisi di Raffaele Cantone e Francesco Caringella in "La corruzione spuzza. Tutti gli effetti sulla nostra vita quotidiana della malattia che rischia di uccidere l'Italia" (Mondadori) alla nuova opera di Luigi De Magistris, "La città ribelle. Il caso Napoli" (Chiarelettere). Alberto Asor Rosa, invece, presenterà "Amori sospesi" (Einaudi), mentre Giovanna Pacheri racconta "Il buio su Parigi. Oltre la cronaca nei giorni del terrore" (Rubbettino). In programma, inoltre, l’ultimo libro di Veronica De Romanis "L’austerità fa crescere. Quando il rigore è la soluzione" (Marsilio) e di Marco Damilano, che presenta "Processo al nuovo" (Laterza).
A presentare le serate sarà l'attrice e autrice italiana Marta Mondelli, che da tempo vive e lavora a New York. Il suo stile elegante e raffinato è ormai un tratto distintivo del festival.