Grosseto, 16 luglio 2021 - Dilaga la variante Delta in Maremma. Secondo gli ultimi dati forniti dall’Asl Toscana Sud Est, tra martedì e ieri sono stati sequenziati altri 17 casi di questo genere, che vanno così ad aggiungersi ai 23 ’diagnosticati’ dal 2 luglio a ieri. Arriviamo, dunque, a un totale di 40 casi di variante Delta su un totale di 15 giorni, per una media di più di due infezioni al giorno.
 

Va ricordato che la variante Delta non è che sia molto più pericolosa delle altre varianti di SarsCov2 fino a oggi registrate in Italia (inglese e brasiliana, in particolare), ma è sicuramente molto più diffusiva, ovvero corre molto più facilmente tra la popolazione. C’è, insomma, un rischio maggiore di incontrare il SarsCov2 in questa forma. Secondo le autorità sanitarie chi ha completato il percorso vaccinale con entrambe le dosi (laddove previsto) non ha motivo di preoccuparsi più di tanto perché anche qualora dovesse incontrarse il virus mutato, questo molto difficilmente darebbe luogo a una malattia seguita da complicazioni.
 

Il rischio di sintomi impegnativi, invece, è inversamente proporzionale alla copertura vaccinale. Chi ha fatto una sola dose di un vaccino che ne prevede due non è del tutto coperto dal pericolo di sviluppare una malattia Covid19 "impegnativa". E ovviamente questa possibilità diventa maggiore in chi non ha assunto neanche una dose di siero immunizzante.
 

In provincia di Grosseto al momento la situazione sembrerebbe restare sotto controllo, ma il trend dei contagi è in risalita e la variante Delta sta diventando predominante anche in Maremma. A questa, poi, si aggiunge adesso anche la variante colombiana, della quale negli ultimi due giorni sono stati identificati dal Dipartimento di igiene e prevenzione altri 5 casi, per un totale complessivo, dal 2 luglio a ieri, di 11 infezioni.
 

Il bollettino di aggiornamento diffuso ieri dall’Asl Toscana Sud Est riporta altri dieci casi di nuovo coronavirus rilevati dal Dipartimenti di igiene e prevenzione tra le 10 di mercoledì e le 10 di ieri mattina. Quattro sono stati individuati a Follonica, 4 a Grosseto, 1 a Manciano e 1 a Scarlino. Dopo due giorni consecutivi (martedì e mercoledì) in cui si sono registrati ricoveri nella bolla Covid del Misericordia, a ieri il numero dei degenti in ospedale risultavano stabili: 8, tutti in Malattie infettive. I tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore sono stati 337. Le persone attualmente positive salgono a 135, quelle in quarantena per isolamento a 124. I guariti nelle 24 ore sono 3.
Andrea Fabbri