Grosseto, 8 marzo 2018 – Anche l'assessore regionale all'Ambiente, Federica Fratoni, salirà venerdì 9 marzo sul Treno Verde, la campagna di Legambiente e del Gruppo Ferrovie dello Stato, che per due giorni resterà alla stazione di Grosseto. Scopo del viaggio di quest'anno è chiedere all'Europa obiettivi più stringenti nel Pacchetto Energia e Clima 2030, ancora in fase di discussione, e all'Italia di svolgere un ruolo da leader per dare maggiore concretezza e solidità al cambiamento già in atto per traghettare il nostro Paese verso la totale decarbonizzazione del proprio sistema energetico. L'assessore Fratoni venerdì 9 marzo alle 10.30 al binario 3 della stazione di Grosseto parteciperà all'iniziativa "Efficienza energetica e Rinnovabili negli edifici: opportunità e prospettive per un modello diffuso", in cui saranno presentati i Comuni Rinnovabili Toscana con la premiazione delle migliori buone pratiche di efficientamento energetico e riqualificazione edilizia in chiave ecocompatibile presenti in Toscana.

Seguirà alle 15 la conferenza “Agricoltura e innovazione: la sfida di un modello territoriale sostenibile”, alla quale interverranno Marco Remaschi, assessore regionale allo Sviluppo rurale; Riccardo Breda, presidente della Camera di commercio della Maremma e del Tirreno; Angelo Gentili, responsabile nazionale Agricoltura Legambiente. A bordo del Treno Verde, il cui tour è realizzato con la partecipazione del ministero dell’Ambiente e Tutela del Territorio e del Mare, la mostra didattica e interattiva permetterà di toccare con mano le sfide che abbiamo di fronte da qui al 2030, per segnare la fine dell’era delle fonti fossili e per dare una risposta efficace alla drammaticità dei mutamenti climatici. Sarà aperta dalle 8.30 alle 14 per le classi scolastiche prenotate e dalle 16 alle 19 di venerdì 9 e sabato 10 marzo per tutti i cittadini. “Il Treno Verde rappresenta un’opportunità di estrema importanza – spiega Angelo Gentili della Segreteria nazionale di Legambiente – per toccare con mano, attraverso la mostra interattiva allestita nei quattro vagoni, l’emergenza dei cambiamenti climatici e la possibilità di un modello di sviluppo basato sull’efficienza energetica e le energie rinnovabili”.