"Serve una presa di posizione certa e indicazioni chiare per il ritiro e lo smaltimento degli pneumatici fuori uso, ricoverati nei piazzali dei gommisti che rischiano, per questo disservizio, anche sanzioni amministrative e penali". Anna Rita Bramerini, direttore di Cna Grosseto denuncia quanto sta accadendo da mesi e si fa portavoce della preoccupazione di tanti operatori del settore. "Le gomme consumate che giacciono dai rivenditori - dice Bramerini - impediscono di stoccare gli pneumatici invernali che, proprio in questi giorni molti clienti chiedono di sostituire". In aprile, Cna e Federpneus hanno chiesto al dicastero un intervento urgente, in rappresentanza delle oltre 2500 imprese del settore associate, ma, ad oggi, la loro istanza è inascoltata. Il problema degli pneumatici fuori uso esiste da tempo, perché manca un sistema di tracciamento e controllo che impedisca l’ingresso irregolare di pneumatici Italia, che si stima superi le 30 tonnellate annue. "Se non saranno presi provvedimenti e non si metteranno in atto interventi specifici - aggiunge Bramerini - necessari per smaltire parte dei ritardi accumulati e ripristinare un’attività di raccolta regolare, il prossimo cambio gomme stagionale rischia di portare al collasso l’intera filiera della rivendita, con ripercussioni negative su tanti settori e comparti".