Carabinieri
Carabinieri

Grosseto, 13 aprile 2019 - Gran parte delle 15mila forme di formaggio, dal valore ci circa 200mila euro, che la notte del 22 gennaio scorso erano state rubate dalle celle frigorifero di un caseificio di Sorano, sono state recuperate dai carabinieri della compagnia di Pitigliano che hanno inoltre denunciato un 55enne pugliese, già noto alle forze dell'ordine, per ricettazione.

Fondamentali per lo sviluppo delle indagini, fanno sapere i militari, sono state le testimonianze raccolte dai cittadini: infatti, dopo aver individuato il mezzo con cui i ladri avevano rubato la merce, i carabinieri dell' aliquota operativa e della stazione di Sorano hanno visionato sia le telecamere dei vari comuni della provincia di Viterbo, sia quelle della società autostrade, ricostruendo così l'esatto tragitto che ha portato i ladri a Sorano e che aveva come destinazione la Puglia, più precisamente il comune di Molfetta, dove, all'interno di un azienda di commercio alimentare all'ingrosso, i carabinieri sono riusciti a recuperare gran parte della refurtiva.

Alle forme di formaggio rubate erano state sostituite le etichette per alterarne qualità e provenienza e venivano vendute sotto costo. Il 55enne denunciato è proprietario dell'ingrosso alimentare.