Un momento della cerimonia funebre ieri a Roma di Raffaella Carrà
Un momento della cerimonia funebre ieri a Roma di Raffaella Carrà
C’era anche il sindaco di Monte Argentario, Francesco Borghini, ieri mattina ai funeriali di Raffaella Carrà celebrati in Ara Coeli a Roma. "È stata un cerimonia sobria, per quanto intensa – ha raccontato Borghini, durante il suo rientro a Porto Santo Stefano - Abbiamo portato il nostro ultimo, affettuoso saluto a una donna straordinaria e incredibile. Perché per la comunità di Monte Argentario Raffaella Carrà...

C’era anche il sindaco di Monte Argentario, Francesco Borghini, ieri mattina ai funeriali di Raffaella Carrà celebrati in Ara Coeli a Roma.

"È stata un cerimonia sobria, per quanto intensa – ha raccontato Borghini, durante il suo rientro a Porto Santo Stefano - Abbiamo portato il nostro ultimo, affettuoso saluto a una donna straordinaria e incredibile. Perché per la comunità di Monte Argentario Raffaella Carrà ancora prima di una grande artista a tutto tondo è stata una persona dall’umanità eccezionale. Tutti noi le vogliamo un bene infinito proprio come si vuole bene a un familiare stretto. Ai funerali di questa mattina (ieri, ndr) c’erano moltissime persone, ma la cerimonia non ha avuto particolari sussulti. Adesso ci prepariamo ad accogliere Raffaella per la sua dimora definitiva".

Già, perché l’urna ceneraria dell’istrionica artista riposerà proprio a Monte Argentario.

Raffaella Carrà, infatti, ha dato disposizioni di essere cremata. L’urna con le sue ceneri sarà dapprima portata a San Giovanni Rotondo per un’ultima benedeizione da parte dei francescani di Padre Pio alla quale la Carrà ha sempre rivolto un pensiero di devozione. Dopodiché sarà portata all’Argentario e qui resterà in luogo individuato dalla famiglia e comunicato al Comune. Ancora è presto per dire se sarà un luogo visibile al pubblico o se, invece, l’urna sarà custodita all’interno della proprietà della famiglia.

"Nei prossimi giorni, quando tutto si sarà un po’ calmato – ha aggiunto il sindaco di Monte Argentario – prenderemo contatti con i familiari per concordare le modalità del rientro di Raffaella Carrà sul territorio comunale e il luogo di Monte Argentario dove accogliere i suoi resti. L’idea è comunque quella di organizzare una messa in suo suffragio a Porto Santo Stefano, proprio perché per noi Raffaella era come un nostro familiare. Tutta la comunità locale vorrebbe partecipare alla cerimonia religiosa, poi vedremo come fare. Dovremo coordinare il tutto con la famiglia, per il rispetto che si deve anzitutto alla persona Raffaella, una donna dalle qualità umane davvero straordinarie".

anfa