Successo per il corso di micologia
Successo per il corso di micologia
Santa Fiora punta sui prodotti di qualità e la loro valorizzazione. Con l’obiettivo di allargare la platea dei conoscitori di funghi, la Fondazione Santa Fiora Cultura, in collaborazione con il comune amiatino, l’Associazione Gruppi Micologici Toscana, la Regione Toscana e il Centro Regionale di...

Santa Fiora punta sui prodotti di qualità e la loro valorizzazione. Con l’obiettivo di allargare la platea dei conoscitori di funghi, la Fondazione Santa Fiora Cultura, in collaborazione con il comune amiatino, l’Associazione Gruppi Micologici Toscana, la Regione Toscana e il Centro Regionale di Coordinamento per la Micologia ispettorati micologici delle aziende sanitarie locali della Toscana, ha organizzato un corso di micologia e che ha visto un record di iscritti. Oltre 30 i partecipanti, a dimostrazione che l’argomento è molto attuale.

"Il fungo è l’alimento principe della cucina locale e fa parte delle nostra tradizione – afferma Alessandro Ciaffarafà, presidente della Fondazione Santa Fiora Cultura –. Sul territorio è ancora diffusa la pratica della raccolta dei funghi e il corso è stato organizzato, proprio per rispondere alle tante richieste che sono arrivate al Comune da parte dei cittadini".

Le lezioni sono state condotte dal professor Massimo Panchetti, presidente dell’associazione micologica Monte Amiata. Ai partecipanti sarà rilasciato dalla Regione il tesserino di idoneità alla raccolta dei funghi. "Abbiamo a cuore le risorse della nostra montagna ed in particolare il patrimonio boschivo – conclude Ciaffarafà – che è importante valorizzare e tutelare. Questo corso ci consente di perseguire l’obiettivo formando la popolazione affinché l’attività di raccolta dei funghi spontanei sia effettuata seguendo le regole, in modo responsabile, in sicurezza e nel rispetto dell’ambiente".