Pci, l’analisi dopo-voto: "Vince l’astensionismo"

Gasperi: "Crollo di partecipazione: -36,90%"

Pci, l’analisi dopo-voto: "Vince l’astensionismo"

Pci, l’analisi dopo-voto: "Vince l’astensionismo"

"Ha vinto Irene Marconi alla quale vanno sinceri auguri per una buona consiliatura e con cui siamo pronti a collaborare su temi importanti per la città, il territorio e il comprensorio se vi saranno convergenze vere e concrete su temi come sanità, welfare, lavoro e sviluppo". Inizia così Daniele Gasperi del Pci "Colline Metallifere". "Chi ha vinto realmente secondo noi è il popolo degli astenuti, con il 36,90% degli elettori che non si è recato alle urne, contro il 20,12% del 2004. Un crollo della partecipazione preoccupante anche per Massa – aggiunge il Pci – Il centrosinistra/Pd nel 2004 su 100 massetani iscritti al voto contava il 43,85%, nel 2024, sempre su 100 massetani ha avuto il 27,49%. Il centrodestra nel 2004 contava sul 28,70% degli iscritti al voto, nel 2024 se si fosse presentato unito avrebbe ipoteticamente potuto avere il 28,09%. Altri raggruppamenti nel 2004 si erano fermati al 2,62% e nel 2024 sono stati, con Vinciarelli, il 4,75% sempre considerando 100 massetani".