ALBERTO CELATA
Cronaca

Nuovo corso nel Pd. Termine nomina la nuova segreteria. Nascono le correnti

Sei rappresentanti alla mozione Schlein e sei a quella di Bonaccini, ma in quest’ultima ci si divide tra "Energia Popolare" e "Energia Democratica" .

Nuovo corso nel Pd. Termine nomina la nuova segreteria. Nascono le correnti

Nuovo corso nel Pd. Termine nomina la nuova segreteria. Nascono le correnti

Due notizie per il Partito Democratico maremmano, e per i suoi iscritti: una buona, l’altra un po’ meno. Quella buona, sicuramente la più importante è che il segretario provinciale del Pd, Giacomo Termine, è riuscito, dopo una lunga gestazione, a trovare la quadra, e l’accordo, sulla sua nuova segreteria. Questa sarà composta da dodici componenti: sei della mozione Schlein e sei della mozione Bonaccini. E qui, dicono dalla stanze del Pd non senza un pizzco di soddisfazione, la cosa più importante è che si sia trovato l’accordo politico non tanto sui nomi quanto su un documento che prevede, nella configurazione della segreteria, la rappresentanza di tutte le sensibilità del partito, ovvero quelle congressuali, ma anche quelle territoriali e di genere. E infatti la segreteria, di cui fa parte oltre che il segretario Termine anche il tesoriere Daniele Capperucci, sarà costituita nel 50% da donne. E allora veniamo ai nomi. Per la mozione Schlein si fanno i nomi di Leonardo Culicchi, Emanuele Bartolucci, Barbara Pinzuti, Lidia Bai, Lucia Tosini e Rodolfo Bassi di Orbetello.

Per la mozione Bonaccini fare i nomi è già più complesso, perché qui di fatto, ed è qui a nostro avviso la notizia meno bella per il Pd, si è assistito alla nascita di due correnti. E di ieri la notizia della nascita della corrente ufficiale di Stefano Bonaccini "Energia popolare" di cui sono stati nominati due coordinatori regionali (la sindaca di Empoli, Brenda Barnini, e l’assessore regionale all’Economia, Leonardo Marras). A loro è stato affidato il compito di coordinare il lavoro di radicamento territoriale di coloro i quali si riconoscono nel programma e nei valori proposti da Energia popolare. Di questa corrente non fa parte il deputato Marco Simiani che resta fedele a "Energia democratica", che ora fa capo ad Anna Ascani. Quindi per il momento è difficile dire come sarà rappresentata l’originaria mozione a sostegno di Stefano Bonaccini, sicuramente ci dovrebbero essere Saimo Biliotti (sostenuto da Simiani in rappresentanza di "Energia democratica) e Alberto Bertinelli ("Energia popolare").