Elena Maestrini
Elena Maestrini

Bagno di Gavorrano (Grosseto), 22 marzo 2016 - Tutta Bagno di Gavorrano è in lutto per la morte della giovane Elena Maestrini, 21 anni, morta nell'incidente del bus in Spagna. Il sindaco di Gavorrano, il Comune di cui Bagno è frazione, esprime a nome della comunità le sue parole di cordoglio. Giulia sarebbe dovuta partire in queste ore da Barcellona per tornare a casa e festeggiare la Pasqua con i suoi cari. Un piccolo periodo di stacco dopo i primi due mesi trascorsi in Spagna. Poi l'incidente che ha spezzato la sua vita e ha fatto piombare nel lutto e nel dolore la sua famiglia. Elena, che studiava economia aziendale a Firenze, aveva sempre abitato a Bagno di Gavorrano. Il padre Gabriele è un tecnico del settore dell'edilizia, la madre Roberta una casalinga, impegnata nel volontariato locale. 

Era la loro unica figlia. Aveva fatto il liceo scientifico a Follonica, poi ha deciso di proseguire gli studi scegliendo la facoltà di Economia a Firenze. E appena sabato scorso con le compagne di corso aveva chiesto un prolungamento del programma Erasmus per 'agganciarè un appello di esami a luglio. Anche da lontano manteneva vivo il legame col suo paese di ex minatori, animando i gruppi locali di Fb. La sua morte ha destato un'immensa tristezza. «Sant'Agostino ci insegna che 'coloro che ci hanno lasciati non sono degli assenti, sono solo degli invisibili: tengono i loro occhi pieni di gloria puntati nei nostri pieni di lacrimè», scrivono ancora dal Comune di Gavorrano dove il sindaco Elisabetta Iacomelli è rimasta in contatto costante con la famiglia.

«Era una ragazza bella come il sole», aggiunge don Giuseppe Benedetti, parroco di Bagno di Gavorrano, la parrocchia dove Elena aveva ricevuto il battesimo, la prima comunione e la cresima. «La conoscevo da sempre e frequentava la chiesa. È un dolore enorme». I genitori sono arrivati in Spagna in nottata: anche loro come altre famiglie di vittime hanno avuto problemi coi collegamenti aerei per una questione sindacale.