I ricercatori nelle vigne del Morellino
I ricercatori nelle vigne del Morellino

Grosseto, 15 maggio 2019 - Rendere il territorio di produzione del Morellino di Scansano a misura di mobilità elettrica. Si chiama ‘Morellino green’ il progetto presentato a Scansano, nell’ambito di un convegno svolto durante la seconda edizione di ‘Rosso Morellino’ cui prendono parte 40 cantine del territorio della Maremma che producono l’etichetta famosa nel mondo. «Si tratta di un progetto di mobilità elettrica – ha spiegato il direttore del consorzio toscano, Alessio Durazzi – sul territorio della denominazione, con l’obiettivo di rendere l’area del Morellino una tra le prime Docg ‘Ev friendly’, ovvero amica dei possessori di auto elettriche». Durazzi ha sottolineato che il progetto «coinvolge già una decina di aziende associate al consorzio, le quali si sono dotate di colonnine di ricarica per veicoli elettrici (auto ma anche scooter e biciclette), così da realizzare un percorso ‘green’ e rendere fruibile la Docg Morellino e le sue aziende ad un turismo ecologico ed attento alla sostenibilità. Per l’occasione, proprio oggi abbiamo lanciato anche il portale www.morellinogreen.it, che sarà periodicamente aggiornato con nuovi contenuti e iniziative.

Al suo interno, si possono già consultare le aziende aderenti, con informazioni per raggiungerle e suggerimenti sui percorsi da intraprendere all’interno del territorio». Il progetto è stato presentato in occasione del convegno dal titolo ‘Cambiamenti climatici, territorio e sostenibilità: la sfida green del Morellino di Scansano’ che ha proposto diversi spunti di riflessione sugli scenari futuri del mondo del vino, anche in relazione ai cambiamenti climatici che stanno interessando il pianeta.