Incendio
Incendio

Grosseto, 13 agosto 2019 - ​ Un uomo di 60 anni è indagato per gli incendi scoppiati tra Castiglione e Marina nel periodo compreso fra il 7 luglio 2016 e l’8 agosto 2017, una cinquantina di roghi dolosi per i quali adesso la Procura maremmana è certa di aver individuato il responsabile.

L’uomo, di origini umbre ma residente a Grosseto, di professione autista, secondo la ricostruzione fatta dai carabinieri (del Nucleo investigativo e i colleghi del reparto Forestali) sarebbe il piromane che ha devastato ettari di territorio causando anche ingenti danni economici ai proprietari delle strutture distrutte dalle fiamme.

Il sostituto procuratore Salvatore Ferraro, titolare dell’inchiesta, ha fatto notificare al’uomo l’avviso di garanzia e il reato contestato è quello di incendio boschivo che prevede una pena che va dai 4 ai 10 anni di reclusione, pena che però può arrivare fino a 15 anni se dovesse essere contestata l’aggravante del danno grave, esteso e persistente all’ambiente.

Tra gli episodi contestati al sessantenne c’è anche il rogo del primo agosto 2017 a San Martino quando bruciarono 40mila metri quadrati di sterpaglie e fu distrutto un capannone.