Quel matrimonio s’aveva da fare. Con una sentenza storica, il Tribunale di Grosseto ha riconosciuto la validità del matrimonio tra Alessia Vittoria Cozzi e Davide Martino, che un tempo erano Alessio e Valentina. Storie parallele, le loro, ma in verso opposto. Eppure, lungo il cammino, si sono incontrati e si sono innamorati. Le nozze sono state celebrate a Orbetello, nel febbraio del 2016. Ma la legge prevede che, nel caso in cui uno dei due cogniugi, o entrambi, cambi sesso, l’atto venga sciolto. E il cambio di sesso, quantomeno sui documenti, è avvenuto dopo le nozze. Alessia, però, non si è arresa. E per difendere quel matrimonio ha preso le vie legali. Una battaglia che si è portata via tempo, risorse, energie, ma che alla fine lei e suo marito hanno vinto, ottenendo la sentenza che riconosce la validità dell’atto. E adesso, il certificato di matrimonio verrà corretto con i nuovi nomi. "È un segnale importante in questo momento – afferma Alessia – in cui purtroppo leggiamo ancora notizie di omofobia diffusa. Sono orgogliosa della battaglia che ho portato avanti. Adesso vorrei che il Comune di Orbetello e la Proloco sostenessero simbolicamente questa vittoria, prendendo in considerazione la mia candidatura per l’anguilla d’oro". E vissero tutti felici e diversi.

Riccardo Bruni