Il palazzo che è stato evacuato domenica notte per il crollo di un solaio
Il palazzo che è stato evacuato domenica notte per il crollo di un solaio

Follonica (Grosseto), 15 giugno 2021 - Paura domenica notte a Follonica. Sono stati alcuni scricchiolii a mettere in allerta un abitante al quinto piano di un appartamento di un palazzo di via Litoranea. L’uomo stava dormendo insieme alla sua famiglia, quando è stato svegliato dal rumore di alcuni calcinacci che erano caduti in salotto: pochi minuti infatti e una parte del solaio è crollato. L’uomo però, fortunatamente, aveva puntellato la stanza con alcuni oggetti di fortuna e ha evitato che il danno fosse ancora maggiore. Ma ha fatto anche di più: ha avvertito i vigili del fuoco e tutte le persone che abitano sotto di lui, in una parte del palazzo, avvisandoli che ci sarebbe potuto essere un crollo. A venire giù è stata una parte del solaio che ospita il terrazzo condominiale, probabilmente per colpa di alcune infiltrazioni d’acqua.

I soccorsi sono stati immediati: intorno alle due di notte infatti sono arrivati i Vigili del fuoco del distaccamento di Follonica, il dirigente dei lavori pubblici del Comune di Follonica, insieme al sindaco Andrea Benini che è stato presente in tutte le fasi dell’intervento, anche per dare una parola di conforto alle quattro famiglie che erano già in strada, perché allertate dal cittadino che ha visto gran parte del solaio del suo salotto franare in modo molto veloce.

Il primo cittadino di Follonica è stato anche in stretto contatto con al Prefettura, che aveva già allestito il tavolo di crisi per far fronte ad un’emergenza. Sul posto è arrivata anche la Croce rossa ma fortunatamente non si sono registrati feriti. I vigili, comunque, dopo un consulto e molti sopralluoghi hanno deciso di interdire solo un’ala del palazzo di via Litoranea dove c’è stato il crollo. Interdetti dunque i quattro appartamenti della zona. Una famiglia è stata trasferita, in accordo con l’Amministrazione comunale, provvisoriamente in un alloggio di un villaggio turistico di Follonica.

Le altre tre famiglie invece hanno trovato ospitalità da amici, parenti oppure hanno usufruito di altri appartamenti di proprietà. Nelle prossime ore verranno effettuati altri sopralluoghi ma i tecnici di genio civile e Vigili del fuoco hanno già individuato il problema. In queste ore è stata incaricata la ditta che dovrà effettuare dei lavori di consolidamento per permettere quanto prima a quelle famiglie di tornare nelle loro case. "Ho parlato con le famiglie - ha detto il sindaco di Follonica, Andrea Benini – cercando di dare una parola di conforto e di aiuto per quello che era successo. Fortunatamente non ci sono stati altri crolli e dunque la situazione è stata tamponata e mi auguro che venga risolta il prima possibile".

Matteo Alfieri