Polizia in una foto di repertorio
Polizia in una foto di repertorio

Grosseto, 8 ottobre 2018 - Si era fatto dare un passaggio da una donna all'uscita da un locale. Ma aveva provato durante il tragitto a venderle droga. Per poi violentarla in auto. Sono serviti mesi, ma alla fine è stato individuato il presunto violentatore di una donna avvenuto nei mesi scorsi in Maremma. La vittima, all'uscita da un locale ,era stata avvicinata dal giovane, che non conosceva. Accettando di dargli un passaggio in un altro locale.

Durante il viaggio il giovane, 21 anni, marocchino, si rivelò alla donna per quello che era: uno spacciatore. Ha offerto droga alla donna ma al suo diniego e all'invito di uscire dall'auto lui iniziò a malmenarla per poi violentarla. La vittima era poi riuscita a colpire l'uomo per metterlo in fuga. Rientrata a casa, aveva contattato per telefono un'amica, raccontandole tutto.

È stata lei a consigliare alla ragazza di andare al pronto soccorso dell'ospedale. La perquisizione a casa del marocchino ha portato al sequestro di sette involucri contenenti cocaina per circa sei grammi e dovrà quindi rispondere anche di detenzione di sostanza stupefacente a fini di spaccio. L'uomo è stato individuato 

Decisiva la prova del Dna, possibile grazie a reperti biologici dell'aggressore trovati sul corpo della donna, che ha confermato come l'identità dell'aggressore combaci con quella del marocchino fermato scremato tra ben 467 soggetti nordafricani con caratteristiche simili.