Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
19 giu 2022

La statua del Cavallino non trova pace: un altro sfregio. Danni con una sega elettrica

Di nuovo imbrattata la statua sul lungomare a Marina di Grosseto. Scritte offensive contro il sindaco

19 giu 2022
Il sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna con alle spalle il "Cavallino"
Il sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna con alle spalle il "Cavallino"
Il sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna con alle spalle il "Cavallino"
Il sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna con alle spalle il "Cavallino"

Grosseto, 20 giugno 2022 -  La statua raffigurante il Cavallino del 4° Stormo che si trova sul lungomare di Marina di Grosseto (eretta in occasione dei 70 anni dalla fondazione dello Stormo) è stata di nuovo presa di mira dai vandali nella notte fra sabato e ieri. Questa volta – dopo il danneggiamento con una sega elettrica e poi varie scritte – con una vernice nera sono state lasciate frasi offensive nei confonti del sindaco. E’ la quinta volta nel giorno di poche settimane che il momumento viene preso di mira e danneggiato.

"Di nuovo un atto di spregio nei confronti del cavallino del 4° Stormo, che non mi offende personalmente – commenta il sindaco, Antonfrancesco Vivarelli Colonna –, ma che mortifica la Comunità tutta. Verificheremo dalle immagini delle telecamere se il colpevole di questo ennesimo atto vandalico sia sempre la stessa persona che si è accanita più volte sulla statua, sperando che la giustizia faccia finalmente il suo corso".

"Assicuriamo i cittadini che le telecamere funzionano benissimo come sempre – continua il primo citttadino – e che le immagini già ci sono e fanno parte del fascicolo delle prove per notizia di reato, il problema non è quindi di trovare il colpevole e dimostrare che sia lui, bensì la fase successiva. Non dipende quindi dalle azioni delle Forze dell’ordine che hanno arrestato e assicurato alla giustizia in passato il fautore di atti vandalici al cavallino ma di quello che avviene dopo quando il malvivente è in mano alla Giustizia".

Il personale del Comune ieri matina ha di nuovo ripulito in breve tempo la statua. "Trovo che quello del vandalo sia stato un gesto ridicolo e penoso – conclude Vivarelli Colonna – e, in ogni caso, se qualcuno pensa di intimidirmi con queste baggianate ha proprio sbagliato strada".

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?