Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet Accedi al tuo account Clicca qui per accedere al tuo account WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Bullismo e droga nelle scuole, summit in Prefettura

Sicurezza. Presto un tavolo sulle criticità
 

Ultimo aggiornamento il 6 settembre 2018 alle 07:29
Il prefetto di Grosseto Cinzia Torraco

Grosseto, 6 settembre 2018 -  Riunione per l’ordine e la sicurezza pubblica convocata dal prefetto Cinzia Torraco, estesa alla partecipazione del rappresentante dell’ufficio scolastico provinciale, Monica Buonfiglio, e dei sindaci di Grosseto, Arcidosso, Castel del Piano, Follonica, Monte Argentario e Orbetello. Riunione convocata alla luce della recente direttiva del ministro dell’Interno «Scuole sicure», orientata a stimolare puntuali interventi locali nel quadro di una complessiva strategia d’azione per la prevenzione e il contrasto dello spaccio e consumo di sostanze stupefacenti nonché dei fenomeni del bullismo e cyberbullismo.

Nella riunione è stato evidenziata «l’esigenza di assicurare la continuità dell’attività di contrasto da parte delle Forze dell’ordine – si legge nella nota della Prefettura –, anche con il concorso della polizia locale, e come l’azione di intervento in materia possa esplicarsi anche attraverso più mirate e specifiche misure, come la riqualificazione e messa in sicurezza degli edifici scolastici e l’adozione del «Daspo urbano» da parte dei sindaci». Sono stati i primi cittadini della provincia a portare all’attenzione del prefetto le varie problematiche esistenti. Problematiche vanno a continui e persistenti atti di bullismo a scuola nei confronti degli studenti più fragili e indifesi. Situazioni che il ministero dell’Interno ha deciso, grazie al decreto «Scuole Sicure», di metterci mano per cercare di trovare una soluzione al più presto. E per non trovarsi poi a fronteggiare cose ben peggiori che purtroppo capitano spesso. «E’ emerso un clima generale di disponibilità e collaborazione su tutte le possibili forme di intervento – conclude la nota della Prefettura –, pertanto, ferma restando l’esigenza imprescindibile dei servizi di controllo del territorio, è stata ribadita la necessità di integrare l’azione di vigilanza con iniziative formative specifiche, affidate a personale specializzato della Prefettura e delle Forze di polizia, rivolte non solo alla platea studentesca, ma anche al personale dell’istituzione scolastica. Per la pianificazione di dettaglio di tali iniziative, il prefetto Cinzia Torraco ha comunicato che sarà avviato in tempi brevi un tavolo tecnico di natura essenzialmente operativa».

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.