Grosseto, 5 giugno 2018 - Le Mura medicee si candidano a palcoscenico privilegiato per iniziative culturali, artistiche, ambientali e di promozione delle eccellenze del territorio.
Giusto un anno fa si riuniva per la prima volta l’esecutivo dell’Istituzione Le Mura. E oggi dopo 12 mesi di intenso e silenzioso lavoro è stato presentato il primo calendario di eventi che insieme all’istituzione offre alla città per animare questo prezioso bene avuto in eredità da chi ha amato e curato nei secoli Grosseto e la sua storia.  “Siamo soddisfatti per questo primo risultato da presentare alla città – aggiunge Alessandro Capitani, presidente dell'Istituzione Le Mura -. Le Mura non sono un monumento inteso come vincolo, ma un luogo vivo e vitale. Uno spazio da riportare alla sua funzione antica; da difesa della città si è trasformato in uno spazio dedicato allo svago e all'incontro. Il Festival dello street food con le migliaia di persone che hanno vissuto le Mura hanno voluto essere questo: la dimostrazione che le Mura si possono di nuovo frequentare e con grande piacere. Portare qui i grossetani e allo stesso tempo tutelare questo monumento prezioso è la nostra mission, mettendo insieme i desiderata dei cittadini che a vario titolo chiedono di riappropriarsi delle loro Mura. A loro quindi chiediamo di farlo e di tornare sulle Mura ogni giorno e in occasioni degli eventi che oggi presentiamo”. Questi i prossimi eventi. Mura medicee: documentario storico/promozionale sulle Mura (in corso di realizzazione), laboratorio teatrale (in corso di definizione una collaborazione per il progetto “Residenze artistiche), Notte della cultura, nella sala dell’Istituzione sarà organizzata una manifestazione in collaborazione con l’Abio, alle Casette cinquecentesche si potrà visitare una mostra dei computer degli anni '80 e si potrà assistere a uno spettacolo teatrale e a uno spettacolo di danza; al Baluardo Mulino a vento l’associazione “Dritti alla meta” presenterà uno spettacolo musicale, convegno dedicato al verde e all'arredo sulle Mura (in collaborazione con il Museo di storia naturale e alcuni docenti universitari.  Cassero e Casette cinquecentesche: conclusa la procedura di assegnazione del bando per il Cinema estivo e per il punto di ristoro. Il Cassero sarà aperto almeno 5 ore al giorno, 6 giorni su 7, con un mese di chiusura. Il bando ha una durata biennale e potrà esserci un ulteriore anno di proroga; e poi spettacoli teatrali, convegni, concerti, presentazione di eventi, festival il Grey Cat Music.