Grosseto, 7 marzo 2017 - A Massa Marittima la festa dell’8 marzo sarà un po’ anche la festa di Poste italiane. Già, perché il centro recapito di piazzale Mazzini si compone di sole donne: nove portaleterre. «Un dato – è detto in una nota di Poste italiane – che conferma la fortissima presenza di personale femminile nelle Poste della provincia di Grosseto, dove le donne raggiungono oltre il 70% del personale, una percentuale superiore a quella della Toscana, pari al 64%». Non ci sarà da stupirsi, dunque, se domani qualche portalettere di Massa sarà omaggiata di mimosa. Sarà un modo per ringraziare di questo servizio al femminile presente sul territorio.

Le donne del territorio saranno omaggiate anche a Roccastrada, dove domani alle 17.30 a Kaos Kreativo (piazza Dante Alighieri) si terrà un incontro specifico dal titolo «La valorizzazione del ruolo della donna nel nostro territorio». Si tratta di un’iniziativa promossa dalla Commissione Pari opportunità del Comune. L’appuntamento vedrà la presenza e gli interventi di donne impegnate nell’associazionismo locale.

Saranno anche lette alcune poesie a firma e tema femminile. A Santa Fiora, invece, nella sala del Popolo, in Comune, sempre domani, alle 18, sarà proiettato il video «Il corpo delle donne» di Lorella Zanardo. Il documentario, realizzato in collaborazione con Cesare Cantù e Marco Malfi Chindemi, è stato messo in rete nel 2009 per innalzare il livello di consapevolezza sull’uso del corpo delle donne in tv. Lo hanno visto oltre 5 milioni di persone online. «Siamo partiti da un’urgenza – spiegano gli autori – la constatazione che le donne, le donne vere, stiano scomparendo dalla tv e che siano state sostituite da una rappresentazione grottesca, volgare e umiliante».

L’8 marzo, ovviamente, si festeggia anche a Grosseto. Appuntamento alle 17.30 nella sala del Consiglio comunale ove è in programma l’evento «Le parole delle donne». Aprirà la manifestazione il sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna che poi lascerà il testimone all’assessore Chiara Veltroni. Seguiranno l’esibizione musicale delle coriste della corale Puccini; quindi la lettura di brani da parte di due grossetani; l’intervento di Vittoria Doretti sul Codice Rosa.