I cuochi maremmani in Germania
Grosseto, 27 novembre 2017 - “Un territorio da scoprire: saperi e sapori di Maremma” è il titolo della cena che ha chiuso gli eventi culturali ed enogastronomici tenutisi a Francoforte in occasione della seconda Settimana della Cucina Italiana nel Mondo. La cena, che ha messo in risalto il territorio di Capalbio e Marsiliana. Per questo il sindaco di Capalbio, Luigi Bellumori ha espresso “il più vivo apprezzamento per questo evento che ha coinvolto l’Accademia Italiana della Cucina – Francoforte, con la Camera di Commercio Italiana per la Germania e.V, l’ENIT e il Consolato Generale di Francoforte».La serata è stata presentata da Maurizio Canfora, console generale di Francoforte, Emanuele Gatti, presidente della Camera di Commercio Italiana per la Germania, Laura Melara-Dürbeck, delegata a Francoforte dell’Accademia della Cucina Italiana e Donna Giorgiana Corsini di Marsiliana. Il menù proposto a base di ingredienti originali solo maremmani e prodotti tipici maremmani, provenienti per l’occasione direttamente da Capalbio, tra cui le salsicce e la soppressata della Macelleria di Luca Terni, le verdure della Fattoria Donati, le marmellate locali sono stati preparati dalle sapienti mani delle Capalbiesi Laura Fociani e Tiziana Cesari, due cuoche per passione, che dalla loro famiglia hanno ereditato l’amore per la cucina e i segreti della tradizione culinaria legata agli ingredienti della loro terra, la Maremma, aiutate da Iolanda Vichi, della Tenuta Marsiliana. Assaporando le vere ricette del territorio (Crostini, Brigoli, Acquacotta, Tortelli, Cinghiale, Tozzetti, Castagnaccio, Ricotta con le marmellate) e degustando i vini pregiati della zona offerti dal Principe Corsini, i 70 ospiti sono stati accompagnati in un tour enogastronomico e turistico con foto e illustrazioni, alla scoperta della Maremma, di Capalbio, di Tiburzi, del Giardino dei Tarocchi, di Buranaccio, di Capalbiaccio, dei Butteri, della capanna del Circolo S.Irma e di un territorio ricco di tradizioni e dal fascino irresistibile. «Abbiamo voluto portare qui a Francoforte un pezzo di Maremma autentica, condividendo con i nostri ospiti l’unicità di sapori che parlano di una terra a me molto cara e che da più di 40 anni ho il privilegio di godere. Abbiamo chiesto a tutti di venire a trovarci in Maremma, sperando che non venga violentata da un’autostrada inutile» così Emanuele Gatti, Presidente della Camera di Commercio e promotore dell`’iniziativa, ha commentato la serata.