Da sinistra Nardini, Marras e Mazzeo
Da sinistra Nardini, Marras e Mazzeo

Firenze, 19 ottobre 2020 - Si vanno riempiendo a fatica tutte le caselle della nuova giunta regionale toscana. E' rottura totale con Italia Viva, mentre il presidente Eugenio Giani definisce i punti certi per le deleghe.

Eccoli. Alessandra Nardini vicepresidente, Monia Monni all'Ambiente, Serena Spinelli al Welfare e Sociale, Simone Bezzini alla Sanità, Leonardo Marras allo sviluppo economico, Stefano Baccelli al Bilancio. Mancano due assessori. Se non entra Italia Viva saranno entrambi del Pd: Stefano Ciuoffo e Giacomo Bugliani.

Gli altri incarichi; capogruppo del Pd Enrico Sostegni o Antonio Mazzeo, Vincenzo Ceccarelli presidente del consiglio regionale toscano. L'ultimo incontro in tarda mattinata tra Italia VIva (rappresentata da Nicola Danti) ed Eugenio Giani non avrebbe convinto il partito di Matteo Renzi ad entrare in giunta.

Ma intanto tiene banco anche la rottura totale tra il Pd e Italia Viva, che ha deciso di non entrare in giunta. "Non c'è riconoscimento politico del nostro lavoro fatto fin qui per far vincere il centrosinistra", sottolinea uno dei volti del partito di Matteo Renzi, Nicola Danti.

"Annuncerò la giunta solo durante la seduta del Consiglio regionale" ha annunciato Giani dopo le ultime trattative di oggi. L'inizio della prima seduta della XI legislatura del Consiglio regionale della Toscana, in programma questo pomeriggio, è stato posticipato di un'ora.

L'inizio quindi è fissato per le 16. Visto il Dpcm del 18 ottobre relativo all'emergenza Covid, i lavori si terranno in modalità mista, in presenza nella sala di palazzo del Pegaso, ma con alcuni consiglieri che parteciperanno in remoto. L'ordine del giorno resta immutato.