Il nodo degli attaccanti. Olimpiadi, gioie e dolori. Beltran salta tutto il ritiro. Caccia a due nuove punte

La società starebbe pensando ad un giovane e ad un elemento più esperto

Olimpiadi, gioie e dolori. Beltran salta tutto il ritiro. Caccia a due nuove punte

Olimpiadi, gioie e dolori. Beltran salta tutto il ritiro. Caccia a due nuove punte

L’estate di Lucas Beltran rischia di cambiare in modo radicale le logiche di mercato della Fiorentina. Il sentore infatti è che l’argentino, impegnato fino a pochi giorni fa con la Nazionale Under 23, sia destinato a rimanere lontano da Firenze per svariate settimane, complice la chiamata con la squadra giovanile della Selección che prenderà parte alle Olimpiadi di Parigi. L’elenco definitivo dei convocati deve essere ancora reso noto, eppure tutto lascia pensare che il Vikingo sarà chiamato a rappresentare il suo Paese. Se così fosse Beltran sarebbe impegnato in Francia a partire dalla metà di luglio - quando partirà il ritiro pre-olimpico - fino (almeno) all’inizio del mese successivo, anche se la sensazione è che la sua permanenza con l’Albiceleste potrebbe protrarsi fino al 9 agosto, giorno in cui è prevista la finale del torneo di calcio maschile.

Di fatto l’ex River, che in questi giorni si sta godendo qualche giorno di vacanza, potrà restare a disposizione di Palladino solo per una manciata di giorni, per poi unirsi alla sua Nazionale e fare ritorno, ormai a ferie esaurite, nella settimana di Ferragosto, ovvero in quella che porta all’inizio della Serie A: il ritiro al Viola Park partirà infatti a inizio luglio, ovvero pochi giorni prima della chiamata alle armi con l’Argentina e dunque Beltran rischierebbe di saltare la quasi totalità della fase di preparazione.

Una "falla" che, come detto, potrebbe avere ripercussioni anche sul mercato, dove a questo punto le logiche potrebbero cambiare: per garantire all’ex Monza un organico al completo, non è escluso che la Fiorentina possa iniziare a lavorare all’innesto non più di una ma di ben due prime punte. Nello specifico, l’idea potrebbe essere quella di aggiudicarsi un elemento più esperto (magari in prestito) abbinato a un giovane, in attesa del ritorno del Vikingo, l’uomo dal quale la società si aspettano il vero salto di qualità.

Andrea Giannattasio

Continua a leggere tutte le notizie di sport su