Simeone (foto Germogli)
Simeone (foto Germogli)

Firenze, 10 settembre 2018 - Il calciomercato , finito da poco, in realtà non è mai terminato. Ma come? E’ quello che hanno detto le partite, più o meno amichevoli, che stanno catalizzando l’attenzione di tutti. E le nazionali hanno confermato quello che era chiaro in estate. I gioielli della Fiorentina saranno ancora una volta sotto la lente dei top club europei. E le prestazioni di Simeone e Chiesa non hanno certo ‘aiutato’ a distogliere l’attenzione degli operatori di mercato. Anzi.

Il gol del Cholito ha risvegliato passioni, solo sopite, dei club spagnoli. La conferma arriva direttamente da «As», il celebre quotidiano iberico che ipotizza un duello tra Barcellona e Atletico Madrid per assicurarsi nel futuro le prestazioni di Simeone. Inutile dire che i ‘colchoneros’ potrebbero partire con il vantaggio di avere papà Diego, ma gli euro che i blaugrana potrebbero investire non saranno pochi. Se a questo si aggiunge che Natalia Simeone, zia del Cholito, e agente proprio del fratello Diego, ha detto come Giovanni abbia in estate «ricevuto due offerte importanti», pur trovandosi «bene in viola», il quadro è chiaro. Per il numero 9 le offerte non mancheranno.

E la Fiorentina? Forte della scadenza del contratto nel 2022 è relativamente tranquilla. Sa bene però che se, come si augura, Giovanni dovesse continuare così dovrà nuovamente sedersi a un tavolo insieme a Leo Rodrigues, agente dell’argentino, per discutere adeguamento e futuro del Cholito. E’ ovvio che molto dipenderà dalla posizione finale dei viola. Posizione europea che darebbe maggiore solidità e credibilità al percorso intrapreso dalla Fiorentina in questa stagione. Per arrivare in Europa, ovviamente, ci sarà bisogno anche e soprattutto delle reti di Simeone.

Qualificazione alle competizioni internazionali che è anche la base su cui si dovrà poggiare la permanenza anche di Federico Chiesa, sempre più talento più interessante del calcio di casa nostra. La valanga di elogi che lo ha travolto dopo il pareggio contro la Polonia lo ha rimesso sotto le luci dei riflettori, anche se il ruolo di ‘salvatore della Patria’ ha vantaggi e svantaggi. Questo però è un altro discorso e interessa soprattutto il ct Mancini, chiamato a costruire la rinascita azzurra. Quello che maggiormente interessa la Fiorentina (e suoi tifosi) è il futuro di Federico, sempre più uomo simbolo della giovane Viola targata Pioli.

Proviamo a interpretare sussurri e spifferi che arrivano da più parti, come se la partita a scacchi fosse in pieno svolgimento. La famiglia Chiesa sarebbe intenzionata ad allungare il contratto almeno di un altro anno (scade nel 2022), con un adeguamento, magari entro l’anno. Tutto questo, come detto, strizzando l’occhio all’Europa, anche se mancheranno tantissime partite per centrare l’obiettivo. Ecco perché Corvino potrebbe anche fissare un appuntamento ad anno nuovo.