Quotidiano Nazionale logo
9 mag 2022

Figline imbriglia il Livorno Passo avanti verso la D

Amaranto all’assalto ma la difesa tiene bene. E’ decisiva la sfida ad Altopascio

Il portiere del Figline Burzagli
Il portiere del Figline Burzagli
Il portiere del Figline Burzagli

FIGLINE

0

LIVORNO

0

FIGLINE 1965: Burzagli, Banchelli, Benvenuti, Degl’Innocenti, Saitta, Orpelli, Bouhamed (75’ Bettoni), Privitera, Vezzi (86’ Sesti), Minocci (62’ Fioravanti), Marabese. (A disp.: Simoni, Gori, Mirante, Pilati, Calosci, Matteini). All.: Tronconi (Becattini squalificato).

LIVORNO: Mazzoni (59’ Pulidori), Gargiulo (73’ Apolloni), Russo, Palmiero, Giuliani, Luci, Franzoni, Pecchia, Bellazini (70’ Gelsi), Vantaggiato, Ferretti (66’ Frati). (A disp.: Giampà, Panebianco, Ghinassi, Pulina, Marinai). All.: Angelini.

Arbitro: Niccolai di Pistoia.

Note: spettatori 1300. Espulso al 79’ Banchelli.

FIGLINE – L’impresa non c’è stata: per il Figline c’è ancora speranza per la serie D. La squadra di Becattini, ben disposta in campo e negli ultimi 16 minuti in inferiorità numerica, è riuscita a imbrigliare un Livorno deteminato più che mai a sbancare il ‘Del Buffa’. E’ arrivato un altro pareggio prezioso ai fini della classifica. Dopo questa partita Figline in testa con 5 punti, Livorno 4 e il Tau Altopascio con 1 punto. Mercoledì sul campo di quest’ultima, ci sarà la sfida decisiva da non perdere.

Una gara dalle emozioni forti: prima dell’inizio con il minuto di raccoglimento per la prematura scomparsa dell’ex giocatore gialloblù Gregorio Pagliucoli. L’ultima al calare del sole, quando al 94’ uno splendido colpo di testa di Vantaggiato è neutralizzato da Burzagli. La cronaca: al 10’ primo affondo degli amaranto con Ferretti che sbaglia la mira. Al 31’ un tiro di Ferretti è deviato con bravura da Burzagli. Degl’Innocenti si danna l’anima per costruire gioco che il Livorno spezza quasi sempre. L’inizio di ripresa vede di ancora il Livorno a suonare la carica. Al 77’ crea un’occasionissima: Pecchia da dentro l’area si trova un pallone fra i piedi ma calcia debolmente. Il Livorno continua a spingere, ma si trova davanti la difesa di casa a difendere il risultato anche con le unghie e per la bravura di Burzagli. Mercoledì ad Altopascio, per il Figline la sfida che può valere la serie D. Giovanni Puleri

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?