Le società fiorentine hanno dato vita ieri mattina a un flash mob sui campi sportivi dell’Affrico e dell’Eurocalcio per sensibilizzare l’Istituzioni e l’opinione pubblica sul difficilissimo momento che sta attraversando lo sport dilettantistico e giovanile a causa dello stop dell’attività per il Covid-19. Numerosa la partecipazione, divisa a varie fasce orarie per non incorrere in eventuali assembramenti, con 30 club presenti alla manifestazione. Coordinatore dell’iniziativa il presidente della commissione sport del comune di Firenze Fabio Giorgetti e con la presenza...

Le società fiorentine hanno dato vita ieri mattina a un flash mob sui campi sportivi dell’Affrico e dell’Eurocalcio per sensibilizzare l’Istituzioni e l’opinione pubblica sul difficilissimo momento che sta attraversando lo sport dilettantistico e giovanile a causa dello stop dell’attività per il Covid-19. Numerosa la partecipazione, divisa a varie fasce orarie per non incorrere in eventuali assembramenti, con 30 club presenti alla manifestazione. Coordinatore dell’iniziativa il presidente della commissione sport del comune di Firenze Fabio Giorgetti e con la presenza dell’assessore allo sport Cosimo Guccione.

Lo slogan dell’iniziativa è: “Ripartiamo dalle società sportive... insieme per un futuro”. Tutti i presidenti e i dirigenti presenti hanno evidenziato che c’è bisogno di un aiuto economico concreto, di meno burocrazia e di normative chiare per capire come e quando poter ripartire. Sempre mettendo la salute al primo posto, ma cercando anche di progettare il futuro per uno dei settori più importanti a livello, sportivo, sociale ed economico del nostro paese. Le società sollecitano Comune di Firenze, Regione Toscana, Governo, Credito Sportivo e altre Istituzioni a portare avanti bandi e iniziative di ogni tipo a favore dello sport. Dalle promesse bisogna passare ai fatti. E la prima fondamentale richiesta è l’allungamento e il cambiamento delle norme delle concessioni da parte di Regione e Comune per permettere alle società di programmare il futuro e poter usufruire di prestiti e mutui agevolati, oltre a contributi a fondo perduto. Bisogna ripartire come fosse l’anno zero con impegno, sacrifici e passione.

"Abbiamo creato un gruppo whatsapp e vogliamo essere un laboratorio di calcio pratico - afferma Giorgetti - con concretezza, scambio di opinioni e unità di intenti. Sempre in stretto contatto con il presidente regionale Figc-Lnd Paolo Mangini e le varie Istituzioni. Un primo passo è riaprire gli impianti sportivi in sicurezza non essenzialmente per svolgere l’attività sportiva, ma per accogliere i ragazzi ed aiutare così le famiglie con dei centri estivi, per essere uno dei pilastri della ripartenza".

Al Governo tramite l’onorevole Luca Lotti, sono arrivate importanti richieste di sostegno economico fra le quali la sospensione dei mutui con le banche fino a giugno 2021; prestiti agevolati come per le imprese; indennità per i collaboratori; sospensione delle azioni esecutive; sport bonus per il 2021: creazione di un credito d’imposta e agevolare i contratti pubblicitari: prestiti a tasso zero dal Credito Sportivo.

Le società presenti al flash mob: Laurenziana, Affrico, Isolotto, Firenze Sud, Dlf, Atl. Castello, Albacarraia, Rinascita Doccia, Galluzzo, Casellina, Belmonte, Rondinella, Grevigiana, Audax Rufina, Settignanese, Cattolica Virtus, Floriagafir, Novoli, Eurocalcio, Lastrigiana, Porta Romana, Grassina, Club Sportivo, Sancat, Albereta, Settimello, San Giusto, Sales, Lanciotto, Chiesanuova.