Vincenzo Italiano (Germogli)
Vincenzo Italiano (Germogli)

Firenze, 4 dicembre 2021 -  "Dobbiamo fare un salto di qualità lontano da Firenze". Vincenzo Italiano suona la carica alla vigilia del derby con l'Appennino contro il Bologna, "una partita importante per entrambe le squadre che hanno gli stessi punti in classifica e voglia di fare bene, per quanto mi riguarda anche di sognare".

Sia la Fiorentina che i rossoblù sono appaiati a quota 24, la formazione viola però è reduce da quattro sconfitte esterne di fila, l'ultima maturata sabato a Empoli negli ultimi minuti, da qui la richiesta del tecnico di cambiare assolutamente atteggiamento. "Non stiamo raccogliendo quanto seminiamo - ha rimarcato Italiano - Dobbiamo cercare di gestire meglio le partite e fare tesoro degli errori commessi al Castellani, mai pensare di avere in pugno una gara se non è ancora finita. Per la classifica sarà importante domani sia per noi che per il Bologna che sta concretizzando l'ottimo lavoro di Mihajlovic e ha in rosa giocatori molto interessanti. Questa sfida può significare tanto per entrambe le squadre. Siamo gli unici a non aver ancora pareggiato? Il pari è un risultato innaturale perché si scende in campo sempre per vincere, è quello che chiedo sempre alla mia squadra. Io odio perdere".

Nel clan viola si punta ad un grande risultato a Bologna anche per dedicarlo a Rocco Commisso già rientrato negli Usa per problemi di salute: "L'ho sentito oggi, è carico, sta bene, è a casa per curarsi nel migliore dei modi. Tornerà presto con noi". Ovviamente la Fiorentina conterà sulla vena realizzata del proprio goleador sempre più al centro dei rumors di mercato: "Se ho chiesto alla società di tenerlo a gennaio per provare tutti assieme a lottare per l'Europa? Al momento no, e comunque non voglio parlare di mercato, prima finiamo il girone d'andata e cerchiamo di conquistare più punti possibili nelle ultime 4 gare poi si vedrà non ho mai pensato a ciò che può accadere a gennaio". 23 i convocati fra i quali Pulgar dopo un lungo stop. Ancora indisponibili per problemi fisici Dragowski, Castrovilli e Nastasic.