Federico Chiesa ha festeggiato così la sua tripletta al Bologna in campionato
Federico Chiesa ha festeggiato così la sua tripletta al Bologna in campionato
Firenze, 7 agosto 2020 - La tentazione Belotti resta fortissima. Ma allo stesso tempo è altrettanto granitica la determinazione con cui il Torino vuole tenersi stretto il proprio bomber, soprattutto se dovesse arrivare un cambio di proprietà. Difficilissimo che il nuovo corso possa rinunciare all’uomo più forte. Esattamente la stessa strada seguita un anno fa da Commisso, irremovibile su Chiesa. Ecco perché il futuro del Gallo (e del Toro) è monitorato con attenzione dalla dirigenza viola. A proposito di dirigenza. Si era sparsa la voce di un possibile interessamento da parte di Dan Friedkin, nuovissimo proprietario della Roma, per Daniele Pradé. Ma il direttore...

Firenze, 7 agosto 2020 - La tentazione Belotti resta fortissima. Ma allo stesso tempo è altrettanto granitica la determinazione con cui il Torino vuole tenersi stretto il proprio bomber, soprattutto se dovesse arrivare un cambio di proprietà. Difficilissimo che il nuovo corso possa rinunciare all’uomo più forte. Esattamente la stessa strada seguita un anno fa da Commisso, irremovibile su Chiesa. Ecco perché il futuro del Gallo (e del Toro) è monitorato con attenzione dalla dirigenza viola. A proposito di dirigenza. Si era sparsa la voce di un possibile interessamento da parte di Dan Friedkin, nuovissimo proprietario della Roma, per Daniele Pradé. Ma il direttore sportivo viola ha seccamente smentito. Mettiamo per un attimo da parte i giallorossi, che torneranno buoni tra un attimo.

Restiamo agli attaccanti. Il Gallo Belotti resta in testa alle preferenze, seguito a ruota da Piatek e sappiamo che entrambe le operazioni sono, per questioni diverse, particolarmente difficili. Ecco perché bisogna seguire con grande attenzione l’evolversi del futuro di Chiesa. Il Milan non solo ci pensa, ma è deciso ad andare a fondo con Federico spinto dalle assicurazioni di Pioli e lui, che continua a non essere interessato a destinazione estere (lo United insiste, bussando a denari) ci sta pensando seriamente. Resta da convincere, a suon di milioni, la Fiorentina che su Chiesa non è intenzionata a fare sconti. Per l’eventuale sostituzione del 25 resta in piedi la soluzione Marcus Thuram (mai abbandonato l’attaccante del M’Gladbach), ma potrebbe anche essere nuovamente aperto un canale con il Sassuolo con alcuni aspetti da valutare. De Zerbi potrebbe perdere Boga, anche se il ds Carnevali farà di tutto per tenerlo, ma il sta facendo sul serio, con l’Atalanta che ha drizzato le antenne. Insomma, se arrivasse l’offerta giusta il franco ivoriano potrebbe lasciare la provincia. Al suo posto può arrivare Vlahovic (in prestito) destinato ad avere poco spazio in viola e soprattutto ha la necessità di giocare con continuità. Sassuolo potrebbe essere la piazza ideale e De Zerbi un ottimo maestro. E al tavolo della possibile trattativa la Fiorentina potrebbe chiedere anche informazioni su Berardi, sempre che Chiesa sia attratto dalle tentazioni del Diavolo. In attacco, lo ricordiamo, la strada che porta a Mandzukic non è stata certo abbandonata. Anzi. Resta sempre sullo sfondo.

Il Milan, in ogni caso, non vuole solo Chiesa. Pioli punta forte anche su Milenkovic, ma la Fiorentina non ci sente. Più propensa, eventualmente ad aprire una trattativa per Pezzella che a sorpresa potrebbe andare a Roma (rieccola), considerato che, come detto, la nuova proprietà ha idee differenti per la difesa e anche l’accordo con Jan Vertonghen, che sembrava ormai fatto, è tornato in alto mare. E sull’ex Tottenham è tornata la Fiorentina nel caso Pezzella fosse tentato dal nuovo corso giallorosso.

I viola, intanto, per il centrocampo, per il sito Le10Sport.com sarebbero interessati a Clement Grenier mediano francese classe ‘91, in scadenza con il Rennes nel 2021. Grenier che in passato è già stato in Italia, con la Roma: era il 2017.

Nel frattempo è in bilico il futuro di Dragowski. Il polacco ha avrebbe richieste importanti e il suo nome è tornato in orbita Premier, con il Chelsea che non avrebbe del tutto abbandonato l’idea, in cerca di un’alternativa tra i pali.