Il portiere viola Terracciano (Fotocronache Germogli)
Il portiere viola Terracciano (Fotocronache Germogli)

Firenze, 22 maggio 2020 - In attesa del via libera ufficiale la Fiorentina ha cominciato da oggi a svolgere allenamenti secondo il nuovo protocollo, a piccoli gruppi, sulla scia di quanto starebbero facendo anche le altre squadre. I giocatori viola si sono radunati al centro sportivo 'Davide Astori' dove oltre alla parte atletica hanno effettuato anche qualche esercitazione con tiri in porta. Intanto il portiere della Fiorentina Pietro Terracciano ha parlato in un'intervista sul profilo Instagram della Fiorentina: "Vorrei lottare con la mia squadra per qualcosa di più importante - ha detto - rispetto alle ultime stagioni. 

Gli ultimi due anni della squadra viola "sono stati un po' particolari per vari motivi - ha aggiunto Terracciano - L'importante però è che non si debba avere fretta in questo momento, lasciare lavorare tranquilla la società perché i grandi traguardi si raggiungono un passo alla volta. La volontà di tutti noi ritengo sia quella di tornare a competere per obiettivi superiori a quelli di adesso. A breve termine però il mio sogno penso sia quello di riabbracciare la mia famiglia che e' la cosa piu' importante".

Terracciano ha ripreso da qualche giorno, dopo la lunga fase lockdown vissuta da solo a Firenze, ad allenarsi con il resto dei suoi compagni in viola al centro sportivo 'Davide Astori'. "Piano piano stiamo tornando alla normalita' - ha sottolineato l'estremo difensore gigliato - Bene o male abbiamo vissuto un po' alcuni mesi anomali. Essere chiusi in casa e ricevere notizie quasi sempre negative non ti aiutava ad essere sereno al 100%".

Terracciano parla poi del ritorno sul campo. "Tornare al centro sportivo per allenarsi? All'inizio rientrare dopo due mesi e non poterlo fare subito come vorresti è stato un po' strano, ora piano piano ci stiamo abituando e comunque è bello perché ci voleva una bella botta di adrenalina dopo due mesi passati in modo un po' complicato".