Sebastian Vico in azione nella partita di andata contro Piombino
Sebastian Vico in azione nella partita di andata contro Piombino

Firenze, 12 gennaio 2019 - Il ritorno al Mandela Forum inaugura domenica (ore 18) un girone di ritorno di ferro per la All Food. Chiusa la prima parte della regular season con un bilancio eccellente (12 vittorie e 3 sconfitte), arricchito dalla qualificazione per il secondo anno consecutivo alla Final Eight di Coppa Italia, la Fiorentina volta pagina e guarda a una seconda parte di campionato davvero complessa. Lo scontro diretto in ottica secondo posto contro la Solbat Piombino infatti fa partire un nuovo percorso ad ostacoli: 15 gare, con 8 trasferte. E se dal cammino esterno (specie su campi difficili come Omegna, San Miniato e Vigevano) dipenderà il salto di qualità della stagione di Berti e compagni, in casa la Fiorentina ha bisogno di continuare a brillare come ormai sta facendo da due anni.

Parlando di regular season infatti sono 29 le vittorie consecutive in casa sotto la gestione targata Andrea Niccolai. L'ultima sconfitta a San Marcellino infatti è datata 22 gennaio 2017 (64-86 contro Bottegone). Quasi due anni dopo la Fiorentina vuole toccare quota 30 ed è pronta a farlo nella domenica in cui riabbraccerà il Mandela Forum. Il successo dei 3000 spettatori fatti registrare lo scorso 25 novembre contro Valsesia fu innegabile. Il tam tam in città è ormai partito da un paio di settimane e le previsioni fanno pensare a un buon pubblico (da Piombino sono attesi 2 pullman e varie macchine, fra le tifoserie c'è un gemellaggio), in una domenica per altro dove la Fiorentina calcio sarà impegnata in Coppa Italia a Torino. Un motivo in più per venire al Mandela Forum sarà anche lo scopo solidale della serata: parte dell'incasso infatti sarà devoluto alla Fondazione Tommasino Bacciotti, partner della società del presidente Massimo Piacenti.

Tanti i temi in ballo sul campo. Sul parquet di Campo di Marte andrà in scena uno scontro diretto fra due squadre distanziate soltanto da due punti. All'andata si impose Piombino si impose (77-71). La sconfitta fu resa più digeribile da un ultimo quarto (13-25) che vide la Fiorentina riprendersi dopo trenta minuti davvero opachi. Tre mesi dopo l'obiettivo della All Food è duplice: prima di tutto vincere, ma se possibile anche ribaltare il -6 maturato lo scorso 7 ottobre. Per tentare di far festa due volte ci sarà anche il contributo di Sebastian Vico, tornato ad allenarsi in gruppo dopo due partite di stop per problemi muscolari. Ancora fermo ai box invece Riccardo Iattoni: la caviglia sinistra distorta domenica scorsa non è ancora a posto e lo mette in forte dubbio. Dall'altra sponda, coach Marco Andreazza deciderà nelle ultime ore se impiegare o meno Edoardo Persico. Regolarmente a disposizione invece Alessandro Procacci.