Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Cartoon Movie, Gino Bartali protagonista a Bordeaux / FOTO

Il progetto di lungometraggio in animazione sulla "Bicicletta di Bartali" sarà tra i protagonisti della rassegna delle migliori proposte europee

di ROBERTO DAVIDE PAPINI
Ultimo aggiornamento il 4 marzo 2018 alle 09:35
Un'immagine del cartoon "La bicicletta di Bartali"

Firenze, 3 marzo 2018 - Dal 7 al 9 marzo sarà il Cartoon Movie di Bordeaux (l’appuntamento che presenta il meglio dei progetti europei di lungometraggi in animazione) a rappresentare il battesimo internazionale per “La bicicletta di Bartali. La speranza del domani“, il progetto coprodotto da Lynx Multimedia Factory con Rai Ragazzi, nato da un’idea di Israel Cesare Moscati, con la regia di Enrico Paolantonio, i disegni di Corrado Mastantuono, soggetto e sceneggiatura di Marco Beretta e Israel Cesare Moscati. 

Un cartoon che parte dalla vicenda sportiva e umana del grande campione fiorentino per raccontare una storia di pace e di solidarietà in una realtà difficile come quella del Medio Oriente. 
La protagonista della storia è proprio la bicicletta di Gino Bartali, quella stessa con la quale ha trionfato tante volte (nel 2018 ricorrono, tra l’altro, i 70 anni dalla storica vittoria del Tour de France del 1948), ma anche quella con cui negli anni ‘43/’44 trasportò documenti falsi per salvare centinaia di persone, soprattutto di religione ebraica, dalla barbarie nazifascista. Nel lungometraggio il campione regala la sua bicicletta a un artigiano, proprio uno degli ebrei salvati dal suo eroismo, che poi emigra in Israele. L’artigiano trasmette la passione per il ciclismo al nipote David e proprio grazie a lui la bicicletta tornerà in attività in un racconto che unirà il ragazzino ebreo e il suo amico arabo, una storia dove sport e solidarietà riescono a vincere le reciproche diffidenze delle due comunità.
«È un progetto che ci appassiona molto – dice Evelina Poggi di Lynx Multimedia Factory– l’altruismo disinteressato di Bartali e il suo slancio generoso verso i perseguitati e chiunque avesse bisogno di aiuto sono una carica di energia per le nuove generazioni di sportivi e per tutti i ragazzi che si avvicineranno a questo film».
All’interno del Cartoon Movie, “La bicicletta di Bartali. La speranza del domani“ sarà presentata la mattina di venerdì 9 marzo.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.