Firenze, 30 aprile 2017 - Urne chiuse per le primarie Pd in Toscana in questa domenica 30 aprile. Alle 20 i seggi hanno chiuso i battenti per la conta dei voti. In una regione in cui il partito è particolarmente significativo, Michele Emiliano, Andrea Orlando e Matteo Renzi si sfidano per la leadership del partito. Alle 12 hanno votato 80mila persone in tutta la regione. Questo dicono i numeri dell'affluenza (che a livello nazionale ha sfondato, sempre alle 12, i 700mila votanti che già avevano inserito la scheda nell'urna). 

Alle 17 il dato ufficioso indica circa 150mila votanti in Toscana (nel 2013 alla stessa ora erano stati circa 280mila votanti), circa il 55% dei votanti alle primarie del 2013.

Gli attivisti e i simpatizzanti si sono recati ai seggi e ai gazebo che saranno approntati un po' ovunque per permettere lo svolgimento delle elezioni. Molti dei seggi erano stati allestiti nelle sezioni del Partito Democratico. Alcuni sono stati allestiti in locali 'atipici', come una biblioteca a San Casciano Val di Pesa o un ristorante a Capannori, in provincia di Lucca.

RENZI AL VOTO - Matteo Renzi si è recato con la famiglia al seggio di Pontassieve per votare alle primarie Pd. E' arrivato intorno alle 11.15 e si è messo in coda insieme agli altri elettori. "La coda è il segnale più bello", ha detto Renzi di fronte a giornalisti e fotografi che lo attendenvano. Dopo il voto Renzi, che era accompagnato dalla moglie Agnese e dalla figlia Ester, è andato alla Messa a Pontassieve. 

IL MINISTRO DELLO SPORT LUCA LOTTI AL VOTO A FIRENZE -  Il ministro dello Sport Luca Lotti ha votato a Firenze nel circolo Andrea del Sarto. Con lui nella foto sotto il segretario cittadino Pd Massimiliano Piccioli. 

"L'immagine di tante persone ai gazebo e nei circoli e' bellissima: il migliore incoraggiamento per andare avanti e aumentare il nostro impegno. Perche' e' l'immagine di un partito che, in mezzo a mille difficolta', e' tuttora l'unico che consente un vero e proprio processo di partecipazione democratica e trasparente". Lo ha scritto su Facebook Luca Lotti. E ha aggiunto: "Il popolo del Partito democratico oggi sta rispondendo nel migliore dei modi a chi mette in discussione la sua autenticita' e la sua passione: andando a votare, a dire la sua. Penso che oggi sia davvero una bella pagina di democrazia per il nostro Paese". 

Particolarmente interessante, per la Toscana, l'andamento del voto in provincia di Firenze, la "casa" di Matteo Renzi. Le operazioni di voto si svolgeranno dalle otto alle venti e saranno garantite da una schiera di volontari. Complessivamente sono 5.000 i volontari al lavoro nei seggi per garantire il voto del popolo dem. Ma non ci sono solo i tre leader a prendersi la scena, ci sono anche le centinaia di delegati all'assemblea nazionale, che saranno eletti insieme ai leader. Un esercito di attivisti anche in Toscana. Ecco qui sotto la lista completa dei delegati in corsa. 

LA VOTANTE PIU' ANZIANA - Si chiama Ines Pretari, è di Bagnone (Massa Carrara) e ha 105 anni la donna più anziana che ha deciso di votare per le primarie del Pd. L'anziana, nata nel novembre 1912, è arrivata al seggio insieme alla figlia. Originaria toscana vive però a Torino. E lì la sua arzilla presenza non è passata inosservata. «Ha detto di avere votato per Renzi perché è toscana e tifa Fiorentina».