Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Pd, la rabbia dell'ex assessore Mattei: "Avete rotto, andate a casa"

Lo sfogo su Facebook: "Il gruppo dirigente regionale deve dimettersi immediatamente "

Ultimo aggiornamento il 25 giugno 2018 alle 21:07
L’ex assessore comunale Massimo Mattei

Firenze, 25 giugno 2018 - Massimo Mattei, ex assessore alla mobilità del Comune di Firenze (con Renzi sindaco) va all'attacco del gruppo dirigente regionale del Pd dopo la sconfitta elettorale e lo fa con un duro post su Facebook: "Adesso non avete più alibi. Dovete andare a casa. Dimettervi, lasciare ogni incarico. Il gruppo dirigente regionale del Pd deve dimettersi immediatamente e convocare il congresso. Dovete farvi da parte".

Mattei è scatenato: "I caminetti, le riunioni tra le correnti, le stesse facce da perdenti che ci hanno portato a questo disastro hanno rotto.... Andate a casa. Dovreste vergognarvi", continua. "Abbiamo perso Siena. Abbiamo perso Pisa. Massa. A Pescia non siamo andati nemmeno al ballottaggio. A Pietrasanta abbiamo perso". Per questo, insiste, "vi prego andate a casa. Tornate alle vostre professioni se ne avete una. Non anteponete le vostre misere aspettative alle speranze di una comunità che è stata umiliata e sconfitta per colpa della vostra inettitudine. Andate a casa per favore. Adesso non si scherza piu'".

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.