Vitor Hugo dopo il gol al Benevento (Germogli)
Vitor Hugo dopo il gol al Benevento (Germogli)

Firenze, 11 marzo 2018 -  "Insieme faremo un buon lavoro, mi aiuterà molto". Parola di Vitor Hugo, il difensore centrale brasiliano il giorno della sua presentazione alla Fiorentina, durante il ritiro di Moena, il 13 luglio 2017. Parole che si riferiscono a Davide Astori e che raccontano della capacità del capitano viola, in pochi giorni, di diventare un punto di riferimento per i nuovi arrivati. Parole che, lette dopo la morte di Astori e alla luce della partita contro il Benevento (in cui Vitor Hugo, in campo al posto di Astori, ha segnato il gol decisivo), appaiono particolarmente toccanti.

Concetti ribaditi qualche mese dopo, nell'intervista esclusiva rilasciata alla 'Nazione' il 26 gennaio 2018: "Astori è stato ed è preziosissimo. Ha tanta pazienza con me. Mi segue. Mi dice che cosa faccio bene e che cosa invece è sbagliato. Mi corregge... E’ un grande. Gli devo già moltissimo".

Fiorentina: Astori 13, quel numero 'magico' che manda in gol Vitor Hugo / FOTO

Certo, dopo il gol al Benevento, in quell'esultanza particolare (con il "saluto" alla maglia del capitano) Vitor Hugo ha voluto anche manifestare la sua gratitudine per tutto quello che Astori ha saputo insegnare a lui, come agli altri nuovi arrivati.