Il gol di Fernandes
Il gol di Fernandes

Ferrara, 17 febbraio 2019 - Successo prezioso (e meritato) per la Fiorentina sul campo della Spal. I viola passano dalla paura del ko al vantaggio decisivo e alla goleada in pochi minuti. Succede alla mezz'ora della ripresa quando il gol ferrarese di Valoti viene annullato perché sull'azione precedente il Var segnala un netto fallo su Chiesa in area di rigore dei padroni di casa. Il penalty e il gol di Veretout aprono la strada a un successo viola legittimato dall'aver creato molto di più, anche se la difesa (orfana di capitan Pezzella) non ha convinto.

Fiorentina subito pericolosa a Ferrara: al primo minuto azione di Chiesa sulla destra, palla al centro con Biraghi e Gerson che a un passo (letteralmente) dalla linea di porta non ne approfittano.  Al 4' ancora azione bruciante dei viola: Biraghi a Chiesa (capitano al posto dell'infortunato Pezzella), palla a Veretout e gol sfiorato con intervento sulla linea di un difensore.

I viola fanno la partita e all'11' Gerson impegna Viviano (ex dal cuore viola, come il tecnico spallino Semplici) con un bel tiro. Intanto, per la Spal la gara si complica per l'infortunio e l'uscita di Lazzari per un infortunio muscolare. 

Dopo una netta supremazia viola, la gara tende a riequilibrarsi: al 15' Valoti impegna Lafont da fuori area. Alla mezz'ora pasticcio di Lafont che regala palla ad Antenucci, ma il ferrarese non ne approfitta. Al 32', dopo un atterramento in area spallina di Chiesa (per l'arbitro è regolare) Muriel colpisce una clamorosa traversa su cross di Biraghi e con Viviano battuto.

Al 36' un pasticcio collettivo della difesa viola, porta la Spal in vantaggio: Lafont salva sul tiro di Valdifiori, ma sulla ribattuta arriva il gol di Petagna. Risultato che non rispecchia l'andamento della gara, ma al 41' ci pensa Edimilson Fernandes, con un gran gol, a portare i viola in parità.

All'inizio della ripresa i viola cambiano Ceccherini con Laurini, mentre nella Spal esce Valdifiori per Schiattella. Al 5', ottimo spunto di Chiesa, palla al centro e Benassi mamca di un  soffio l'appuntamento con il gol in scivolata.

I viola, nonostante un ottimo Chiesa, non riescono a essere concreti in attacco e al 26' Pioli toglie Benassi per inserire Simeone. Due minuti dopo i viola in avanti sono pericolosi con Chiesa che viene steso da Felipe. L'arbitro fa giocare e la Spal sulla ripartenza passa ancora: difesa viola ancora sorpresa tra Laurini, Milenkovic e Biraghi e Valoti segna. Qui, però, accade un fatto clamoroso, anche se perfettamente regolare: l'arbitro consulta il Var per l'episodio precedente e il fallo su Chiesa è evidente. Annullato il gol di Valoti, rigore per i viola segnato da Veretout al 33'. I viola scatenati passano ancora al 35' con uno splendido contropiede di Simeone. La Spal sparisce dal campo (il pubblico ferrarese è inferocito con Pairetto, ma la decisione dell'arbitro è ineccepibile) e al 43' Gerson ruba palla e va a segnare il quarto gol

Per la Fiorentina (al di là di qualche svista difensiva) è un successo meritato che rilancia le ambizioni di Europa League e conferma il ruolo di leader di Chiesa e il ritrovato stato di forma di Simeone. 

Il tabellino 

SPAL (3-5-2): Viviano; Cionek, Felipe, Bonifazi; Lazzari (12' pt Murgia), Valoti, Valdifiori (1' st Ceccherini), Kurtic, Fares; Petagna, Antenucci. Allenatore: Semplici

FIORENTINA (3-4.3) Lafont; Ceccherini, Milenkovic, Vitor Hugo, Biraghi; Benassi (26' st Simeone), Edimilson Fernandes, Veretout; Chiesa, Muriel, Gerson. Allenatore: Pioli

Arbitro: Pairetto di Nichelino

Reti: 36' pt Petagna, 41' pt Edimilison Fernandes; 30' st Veretout (rigore), 33' st Simeone, 43' st Gerson

Note: ammoniti Fernandes, Veretout, Biraghi, Fares, Cionek