Firenze, 15 aprile 2018 - Finisce con "La porti un bacione a Firenze", chiaramente dedicata "all'emigrante" Leonardo Semplici e con gli applausi per il tecnico spallino dal cuore viola. La Spal riesce a strappare un punto al "Franchi" interrompendo la striscia di vittorie consecutive della Fiorentina (non arriva il settimo successo di fila) e i viola devono recriminare sulle tante, troppe, occasioni fallite. Alla squadra di Pioli non è bastato un Federico Chiesa strepitoso per piegare gli emiliani.

Proprio con Chiesa scatenato sulla destra parte  forte la Fiorentina nella sfida alla Spal di Leonardo Semplici, tecnico degli emiliani e cuore viola.

Avvio a ritmi alti, con Chiesa che mette in crisi la retroguardia spallina. Al 10', però, Felipe finisce a terra in una mischia in area viola. L'arbitro Orsato fischia il rigore (e la "Fiesole" con ironia gli canta "insensibile", facendo riferimento allo sfogo di Buffon dopo Real-Juve), poi consulta la Var e cambia idea. Passa un monuto e il solito Chiesa inventa un altro numero sulla destra, palla al centro e Simeone si divora il gol dell'1-0 mancando l'aggancio quasi sulla linea di porta.

La Spal si difende con ordine (e quando si propone in avanti crea qualche apprensione alla difesa viola) ma non riesce ad arginare l'esuberanza di Chiesa. Al 37' l'esterno viola si accentra e serve Biraghi: il tiro da buona posizione è parato da Meret.

Al 41' ancora Chiesa tira da fuori costringendo Meret a una gran parata. Passa un minuto, altro pallone di Chiesa per Simeone, ma ancora una volta il Cholito è in ritardo.

Nella ripresa, Semplici toglie Floccari per inserire Paloschi. Al 12' ottima azione ferrarese con Antenucci che dalla destra mette al centro un pallone invitante, ma nessun compagno è pronto per un tocco vincente.

Pioli toglie Saponara e Simeone (deludenti) per inserire Eysseric e Falcinelli e al 23' è proprio il francese a fare una bella azione personale sprecata da un tiro a lato. I viola insistono, ma sprecano troppo: al 32' bel lavoro di Falcinelli che difende palla e serve Biraghi: da ottima posizione il viola tira alto.  

Con il passare dei minuti la Spal si fa più coraggiosa e i viola calano. Sportiello deve respingere una punizione di Viviani. Sul contropiede  è Gil Dias ad avere la palla buona ma tira addosso a Meret che devia in angolo. Al 43' è Pezzella dal limite ad alzare troppo la mira.

Finisce 0-0 ed è proprio la Spal del viola Semplici a rallentare la corsa verso l'Europa della Fiorentina. Per la squadra di Pioli c'è la consapevolezza di aver creato molto, ma anche il rammarico di aver sprecato troppo. Il sogno europeo, però, non è finito. 

Il tabellino

FIORENTINA (4-3-2-1): Sportiello; Milenkovic, Vitor Hugo, Pezzella, Biraghi (34' st Gil Dias); Benassi, Veretout, Dabo; Chiesa, Saponara (20' st Eysseric); Simeone (20' st Falcinelli). Allenatore: Pioli

SPAL (3-5-2): Meret, Cionek, Vicari, Felipe, Lazzari, Everton, Viviani, Vitale, Costa (1' st Mattiello; 25' st Schiavon), Floccari (10' st Paloschi), Antenucci. Allenatore: Semplici

Arbitro: Orsato di Schio

Note: ammoniti Saponara, Everton, Vitale, Vitor Hugo

Vivi  le emozioni della partita con la nostra diretta Twitter con hashtag #FiorentinaNazione