Gioia viola
Gioia viola

Lecce, 15 luglio 2020 - La Fiorentina si ritrova nella serata più importante e delicata. A Lecce i viola dominano la gara, chiudendola nel primo tempo e poi controllandola con personalità. Molto bene l'attacco con Cutrone e Chiesa in gol e autori di reciproci assist e il sempre ispirato Ribéry che fa pesare la sua classe. Da rimarcare il bel gol su punizione di Ghezzal. Il centrocampo è equilibrato e la difesa (finalmente!) attenta nel chiudere i varchi agli attacchi dei pugliesi, in verità piuttosto sporadici. Una bella prova della squadra di Iachini nonostante le assenze, tre punti per allontanarsi di molto dalla zona calda della classifica e cominciare a programmare il futuro.

Primo tempo - C'è qualche sorpresa nella formazione della Fiorentina che affronta il Lecce in una partita molto importante per la classifica di entrambe. Tra i viola, infatti, c'è il forfait dell'ultimo momento del portiere Dragowski, sostituito da Terracciano. A centrocampo Ghezzal parte al posto di Castrovilli acciaccato. Infiortunio durante il riscaldamento per Dalbert, gioca Lirola. In attacco Cutrone e Ribéry con Chiesa.

Passano 7 minuti e la Fiorentina passa in vantaggio a Lecce: palla persa malamente da Rispoli, Cutrone avanza e serve ottimamente in area Chiesa che batte Gabriel: una sorta di bis a parti invertite del gol del pareggio contro il Verona.

Babacar era stato subito pericoloso in Lecce-Fiorentina: il senegalese al 3' gira verso la porta viola sfiorando il palo e il gol dell'ex. 

I viola potrebbero raddoppiare all'11' su rigore: Ribéry pesca Ghezzal che viene steso da Gabriel. Dal dischetto, però, Pulgar sbaglia e si fa parare il tiro da Gabriel. Rinfrancato dal colpo del ko evitato, il Lecce cerca di farsi sotto e al 24' è bravo Farias (il più intraprendente dei suoi) a mettere in difficoltà la difesa viola con una percussione.

Al 33' gran palla di Ribéry per Cutrone che di testa da ottima posizione alza la mira.

Al 38' i viola raddoppiano: Duncan conquista una ounizione fuori area, i giocatori gigliati protestano per la distanza ma in realtà è un modo per distrarre gli avversari, Ghezzal sorprende tutti con una gran punizione ed è il 2-0.

Lecce in difficoltà e al 39' arriva il tris: Chiesa lancia lungo Cutrone, difesa salentina sorpresa e l'attaccante viola batte Gabriel per il 3-0.

Al 42' il Lecce va vicino al gol: Caceres perde il pallone in area, Farias è solo davanti a Terracciano e colpisce la traversa. E' l'unico vero rischio della Fiorentina in un primo tempo dominato dai gigliati.

Secondo tempo -  Il tecnico dei pugliesi, Liverani, inserisce l'ex viola Saponara per cercare di dare più fantasia e più sbocchi a una manovra finora poco incisiva. Tra i viola esce Pezzella (centesima gara ufficiale nella Fiorentina) ed entra Ceccherini.

Al 5' Lirola fa una grande azione sulla sinistra e impegna Gabriel. I viola controllano la gara con un lungo possesso palla. Iachini toglie due ottimi protagonisti della gara, Chiesa e Cutrone, per sostituirli con Venuti e Vlahovic. La Fiorentina non corre rischi di fronte a un Lecce che sembra non crederci più. Iachini fa rifiatare anche Duncan mettendo Castrovilli. In casa Lecce esce uno spento  Babacar (uno degli ex di questa gara) per Shakhov.

Al 37' esce Ribéry dopo una grande partita con lampi di classe ed entra Agudelo. Al 41' bella punizione di Vlahovic che va fuori non di molto. Un minuto dopo Castrovilli non chiude un contropiede molto promettente.

Al 43' un lampo del Lecce: bella azione sulla sinistra di Vera, difesa viola un po' sorpresa, sul cross al centro Shakhov anticipa tutti e infila il 3-1. La gara finisce qui, con i viola che portano a casa tre punti preziosi dopo una partita largamente dominata e scacciano i fantasmi della lotta per non retrocedere.

Il tabellino 

LECCE (4-2-3-.1): Gabriel; Rispoli, Lucioni, Paz (20'  st Dell'Orco), Donati; Majer (26' st Vera), Petriccione (20' st  Tachtsidis), Barak; Mancosu, Farias (1' st Saponara), Babacar (26' st Shakhov). Allenatore: Liverani

FIORENTINA (3-5-2) Terracciano;  Milenkovic, Pezzella (1' st Ceccherini), Caceres;  Chiesa (20' st Venuti), Ghezzal, Pulgar, Duncan (24' st Castrovilli); Lirola;  Cutrone (20' st Vlahovic), Ribéry (37' st Agudelo). All: Iachini.

Arbitro: Guida

Reti: 7' pt Chiesa; 38' pt Ghezzal, 39' pt Cutrone; 43' st Shakhov

Note: ammoniti Gabriel, Ribéry, Babacar, Ghezzal, Donati