L'esultanza di Vlahovic dopo un gol (Germogli)
L'esultanza di Vlahovic dopo un gol (Germogli)

Firenze, 8 maggio 2021 - Una doppietta del solito Vlahovic (grande partita, raggiunge quota 21 gol) porta alla Fiorentina tre punti preziosi in chiave salvezza. Ma è tutta la Fiorentina (una volta tanto davvero tutta) a giocare una bella partita contro la Lazio, con grande concentrazione, cuore e qualità. Tre punti importantissimi che avvicinano la salvezza. Molto bene Ribéry (che fa impazzire e ammonire molti laziali), ottima prova di Pulgar, Castrovilli, del solito Dragowski.  Lazio confusa, all'inizio forse anche presuntuosa, e successo viola strameritato. Un plauso a Iachini che ha preparato molto bene la gara.

LA CRONACA

Primo tempoFiorentina e Lazio in campo per giocarsi punti pesanti in chiave salvezza (per i  viola) ed Europa (per i  biancazzurri). Con l'inserimento di Castrovilli dall'inizio, il tecnico viola Beppe Iachini cambia leggermente lo schieramento che ha cominciato la gara di Bologna. In difesa Iachini sposta Milenkovic a sinistra e Caceres a destra.

Avvio aggressivo dei viola, al 3' bello spunto di Ribéry, palla a Bonaventura che di testa ha un'ottima occasione, ma la palla è fuori.  Al 9' Castrovilli tira in modo debole e centrale.

All'11'  Lazio pericolosa: Correa a colpo sicuro, grande parata di Dragowski.

Al 16' colpo di testa di Vlahovic, palla alta.

Al 20' errore di Radu, contropiede viola con Vlahovic che spreca tutto con passaggio sbagliato.

La partita la fa la Lazio che attacca a pieno organico e quando preme la difesa viola soffre.

Poi al 33' la svolta: bello spunto di Castrovilli, Biraghi mette al centro per l'accorrente Vlahovic che segna. E' il suo 20esimo gol in questo campionato, un bottino straordinario per il giovane serbo.

Al 39' Pulgar da fuori sfiora il gol, palla deviata in corner.  I biancazzurri cercano di sorprendere più volte i viola con gli inserimenti, ma almeno nel primo tempo il fuorigioco dei viola funziona.

Secondo tempo - Nessun cambio tra i 22 dopo il primo tempo. La Lazio parte in attacco alla ricerca del pareggio. La pressione laziale aumenta pericolosamente e i viola sono troppo schiacciati. La gara si incattivisce e l'arbitro Maresca fatica a tenere in pugno la partita.

Al 16' bel colpo di testa di Pezzella, palla fuori. Al 20' Vlahovic davanti a Reina, tiro addosso al portiere. Al 25' ancora Vlahovic che devia un pallone "velenoso"  parato da Reina. Iachini toglie Bonaventura per Amrabat.I laziali, innervositi, fanno entrate piuttosto dure, soprattutto su Ribéry. Il francese è una spina nel fianco per la Lazio.

I viola reggono con coraggio e lucidità e al 44' arriva il raddoppio: angolo di Pulgar, stacca Vlahovic e infila il 2-0.

Rabbiosa reazione della Lazio che, però, pecca di concretezza. Finisce 2-0, festa grande in campo per i viola che tornano a vincere in casa e allontanano i fantasmi della Serie B.

Il tabellino 

FIORENTINA (3-5-2): Dragowski, Milenkovic, Pezzella, Caceres; Venuti, Bonaventura (27' st  Amrabat), Pulgar, Castrovilli (46' st  Quarta), Biraghi; Ribéry (39' st Koiuame), Vlahovic. Allenatore: Iachini

LAZIO (3-5-2): Reina; Marusic, Acerbi, Radu (29'  st Akpa Akpro); Lazzari (18' st Luiz Felipe), Milinkovic Savic, Leiva (18' st Cataldi), Luis Alberto (29' st Muriqi), Lulic (18' st Pereira); Immobile, Correa. Allenatore: S. Inzaghi

Arbitro: Maresca di Napoli

Reti: 33'pt Vlahovic; 44'  st Vlahovic

Note: espulso Pereira, ammoniti Venuti, Acerbi, Vlahovic, Pezzella, Lucas Leiva, Radu, Iachini, Pereira, Cataldi, Caceres