Firenze, 7 settembre 2018 - Continua a far discutere la questione della fascia di capitano indossata dal capitano della Fiorentina, German Pezzella, e dedicata a Davide Astori (il capitano viola scomparso improvvisamente nel marzo scorso) con i simboli dei quattro quartieri di Firenze. Una fascia, come è noto, che per la Lega Calcio è "irregolare" perché secondo i vertici del calcio italiano i capitani di tutte le squadre dovrebbero indossare la stessa fascia. Su questo, la squadra viola è stata irremovibile e i giocatori si sono detti disposti a pagare le multe ma non a rinunciare alla fascia dedicata ad Astori.

Fiorentina, Biraghi: "La fascia di Astori non si tocca, non indosseremo quella imposta"

Così, il presidente esecutivo della Fiorentina Mario Cognigni ha telefonato al presidente della Lega di Serie A, Gaetano Micciché, per affrontare la questione. Cognigni ha ricordato a Micciché il significato e l'importanza della fascia indossata dall'attuale capitano viola Pezzella, sulla quale stanno impresse le iniziali di Davide Astori e il numero 13 (quello della sua maglia) oltre ai simboli dei quattro quartieri storici di Firenze.

Sull'utilizzo della fascia di capitano dedicata a Davide Astori, è intervenuto anche il sindaco di Firenze, Dario Nardella: "Ho condiviso la preoccupazione della squadra di poter utilizzare la fascia come simbolo per il ricordo di un grande calciatore e di un grande uomo, che vestiva anche la maglia della Nazionale. Mi auguro che si possa trovare presto un accordo con la Lega di serie A. Io stesso, ieri, ho avuto modo di parlare con il presidente della Lega Gaetano Micciché, trovando in lui una disponibilità ad individuare una soluzione che possa conciliare delle regole generali da applicare a tutti i club ma con delle esigenze, specifiche e motivate, come ad esempio quella della Fiorentina legata ad Astori", conclude il primo cittadino.

Adesso, tocca alla Lega di Serie A mostrare buonsenso, ammettendo (almeno per la fascia da capitano della Fiorentina) una deroga che sarebbe più che motivata.