Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
28 mag 2022

Fiorentina, lo sfogo di Duncan: "Lascio la Nazionale, io umiliato e discriminato"

La lettera pubblicata sul sito della società viola

28 mag 2022
GERMOGLI PH 20 NOVEMBRE 2021 FIRENZE STADIO ARTEMIO FRANCHI CAMPIONATO DI CALCIO DI SERIE A FIORENTINA VS MILAN NELLA FOTO DUNCAN
Duncan (Germogli)
GERMOGLI PH 20 NOVEMBRE 2021 FIRENZE STADIO ARTEMIO FRANCHI CAMPIONATO DI CALCIO DI SERIE A FIORENTINA VS MILAN NELLA FOTO DUNCAN
Duncan (Germogli)

Firenze, 28 maggio 2022 - "È giunto il momento di salutare la Nazionale. Il mio cuore è triste perché avrei voluto scrivere un pezzo di storia con la Nazionale ghanese ma non mi hanno mai dato la possibilità di dimostrarlo". Inizia così la lettera aperta di Alfred Duncan, pubblicata sul sito Internet della Fiorentina, con cui il centrocampista archivia definitivamente la sua (magra) esperienza con la selezione del Ghana, con cui vanta solo 9 presenze, oltre il bronzo vinto ai Mondiali under 20 di Turchia 2013.

"Quando non sei mai considerato e non c'è nulla che tu possa fare per cambiare la situazione, mentalmente diventa tutto più difficile - spiega Duncan, 29 anni, cresciuto nelle giovanili dell'Inter - Sono stato umiliato, discriminato e lasciato da parte per anni anche se ho cercato di lasciare le porte sempre aperte. Purtroppo non posso continuare a stare male pensando a come vengo trattato ingiustamente sapendo di avere la coscienza pulita. Fino a qualche anno fa ero il giocatore ghanese con le migliori prestazioni e con più presenze nei campionati più prestigiosi ma non sono mai stato considerato in Nazionale. Recentemente ho rifiutato alcune convocazioni perché ritengo un insulto chiamarmi quando fa comodo a qualcuno senza considerare il mio sentimento da essere umano che fa dei sacrifici nel proprio lavoro".

"Il presidente della federazione Ghanese, Kwesi Appiah, Avram Grant e CK Akkonor sanno perfettamente di cosa parlo e come mi hanno trattato. Per la persona che sono non merito tutto quello che mi hanno fatto passare e, per questo motivo, pongo fine a una storia mai iniziata per avere la pace e la serenità che merito e per poter continuare a lavorare per la Fiorentina, la squadra che mi valorizza e che mi rispetta per quello che sono e la passione che ci metto nel mio lavoro quotidiano", conclude Duncan.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?