Fiorentina-Bologna, Veretout (foto Germogli)
Fiorentina-Bologna, Veretout (foto Germogli)

Firenze, 14 aprile 2019 - Anche la prima Fiorentina versione Vincenzo Montella (al ritorno sulla panchina viola dopo le dimissioni di Stefano Pioli) continua il suo cammino senza vittorie. Contro il Bologna i viola ci provano, fanno la partita (mentre i rossoblù pensano soprattutto a difendersi) creano anche qualche occasione, ma il gioco resta  involuto e diversi protagonisti appaiono sotto tono. 

Montella apporta subito dei cambiamenti con la difesa a 3 e il centrocampo a 5, con Dabo al posto di Benassi che parte dalla panchina. Chiesa torna a giocare sulla fascia destra, almeno all'inizio, perché poi si accentrerà spesso.

Fiorentina pericolosa al 9' con una bella cavalcata di Simeone in contropiede: l'argentino fa tutto da solo, poi il tiro debole è parato da Skorupsk i. La gara è su ritmi basi, ma al 18' i viola si rifanno pericolosi con Dabo che raccoglie una respinta difettosa di Skorupski: il tiro del centrocampista viola è deviato dal portiere rossoblù.

Quando accelera (poche volte in verità) la Fiorentina sembra capace di colpire, ma poi all'ultimo passaggio le azioni sfumano. Al 30' gran numero di Muriel che serve Chiesa: il tiro del talento viola è fuori misura.

Al 39' si fa vedere il Bologna: Orsolini sfugge alla guardia di Biraghi e su un cross proveniente da sinistra devia il pallone impegnando Lafont. La Curva Fiesole rimane semivuota per tutto il primo tempo per la protesta dei principali club della curva. Poi, nell'intervallo si riempie e cominciano i cori contro i Della Valle (con alcuni fischi da altri settori che non approvano la contestazione) e uno striscione e qualche coro a favore di Pioli.

Nella ripresa viola subito pericolosi al  6' con Chiesa che approfitta di un rimpallo che lo libera al limite dell'area: Skorupski para. All'8 ancora Chiesa impegna il portiere rossoblù.  All'11' Montella toglie Simeone (partita insufficiente a parte la solita buona volontà) per inserire Mirallas.

Al 19' Muriel lanciato a rete si libera di Lyanko e solo davanti a Skorupski gli tira praticamente addosso. La gara continua senza sussulti, i viola non trovano il bandolo della matassa. Al 32' Montella toglie Gerson (prestazione scialba) e inserisce Benassi. Al 34' Muriel da sinistra fa un tiro cross su cui nessuno interviene (nemmeno Skorupski) e che si stampa sul palo.

Montella butta dentro anche Vlahovic al posto di uno stanco Muriel (comunque sufficiente la sua prova) e al 43' brivido per i viola con Veretout che perde palla, Santander lanciato a rete è sbilanciato da Lafont che poi recupera su Sansone che batte da lontano a porta vuota. 

Finisce 0-0: la crisi di risultati e di gioco dei viola continua.

FIORENTINA (3-5-2): Lafont; Milenkovic, Ceccherini, Pezzella; Chiesa, Gerson (32' st  Benassi), Dabo, Veretout, Biraghi; Simeone (11' st Mirallas), Muriel (41' st Vlahovic). Allenatore: Montella

BOLOGNA (4-2-3-1): Skorupski; Mbaye, Danilo, Lyanco, Dijks; Pulgar (26' st Dzemaili), Poli (32' st Donsah); Orsolini, Soriano; Sansone, Palacio (36' st  Santander). Allenatore: Mihajlovic

Arbitro: Giacomelli di Trieste

Note: ammoniti Dijks, Muriel, Palacio, Santander, Veretout