Campi Bisenzio, 11 novembre 2014 - Le prime storie le ha scritte sul quaderno di matematica, guarda la televisione senza accenderla e tutti dovrebbero sentirsi scrittori. Alessandro Bergonzoni ha incantato gli studenti al Porto delle Storie.

La scuola di scrittura del circolo Porto delle Storie di Campi Bisenzio ha organizzato questo incontro con l’autore di “Le balene restino sedute" che ha trascorso un'ora e mezzo con i ragazzi e le ragazze del “Doposcuola a Storie”, un progetto che vede coinvolti scrittori, educatori, giornalisti, registi, sceneggiatori, insegnanti che dedicano un po’ del loro tempo – gratuitamente – ad accompagnare ragazzi con disagi scolastici o familiari o linguistici a fare i compiti e… a scrivere.

Bergonzoni ha partecipato all’incontro senza mai prendere fiato, ha raccontato delle sue prime storie scritte sul quaderno di matematica, dei rapporti con i suoi insegnanti, ha ascoltato le storie scritte sulle copertine dei suoi libri che sono tutto un programma, ha detto di guardare la tv ma senza accenderla e ha inneggiato a un mondo in cui tutti si possano sentire scrittori per il portentoso fatto di scrivere e scrivere e leggere e scrivere e leggere.