Eugenio Giani
Eugenio Giani

Firenze, 13 settembre 2016 - È Eugenio Giani il neopresidente dell’Unione Fiorentina-Museo Casa di Dante. Giani, che succede a Silvano Fei, ha inaugurato stamani il suo mandato deponendo una corona di alloro nella piazzetta di Santa Margherita in occasione dei 695 anni dalla morte di Dante Alighieri.

Parte dunque con rinnovato slancio la stagione della Casa di Dante, che, tra i tanti musei dedicati al Sommo Poeta, è l’unico che sorge all’interno della casa natale dell’Alighieri. Per questo ogni anno migliaia di turisti si lasciano affascinare dalla suggestiva costruzione, che sorge proprio nel cuore della Firenze medioevale. L’Unione Fiorentina, che nel 1965 ha fondato il museo, lo gestisce in modo sempre più attento a dinamico. Lo dimostra il fatto che negli ultimi anni la Casa di Dante è diventata un vero e proprio polo culturale di eventi e manifestazioni.

A segnare la ripresa dalla pausa estiva sarà, il 23 settembre, ‘Dante per tutti’. Dalle 18, nella Casa di Dante, sarà letto e commentato da Luca Maria Spagnuolo il Canto XXXIII del Paradiso, l’ultimo e il più grande Canto della Commedia di Dante Alighieri (partecipazione gratuita). Si annuncia poi particolarmente nutrito il calendario di iniziative da qui alla fine dell’anno. Dal ‘Bestiario dantesco’ di Erminia Zampano il 30 settembre a ‘Giochi e gare al museo’ l’8 ottobre nell’ambito della Famu. Ancora, conferenze, presentazioni di libri e appuntamenti musicali come String City, progetto ideato dal Comune di Firenze in collaborazione con le più importanti istituzioni musicali del territorio.

“La commemorazione di oggi – ha detto Eugenio Giani, - rappresenta solo un primo importante passo. Partirà proprio da qui, dal Museo Casa di Dante, l’istituzione di un comitato per le celebrazioni dei 700 anni della morte del Sommo Poeta che ci condurrà fino al 2021”.