Firenze, 28 febbraio 2015 - La giornata in ricordo di Mario Luzi a dieci anni dalla scomparsa, è iniziata con la deposizione di una corona di fiori sulla sua tomba a Castello da parte della presidente della Commissione cultura, Maria Federica Giuliani, del figlio Gianni Luzi e del presidente della Fondazione centro studi Mario Luzi ‘La Barca’, Nino Petreni. Sotto l’Alto patronato del Presidente della Repubblica, la Lega del Chianti di Giovanni Ricasoli Firidolfi, la vicesindaca Cristina Giachi e l’associazione Mario Luzi-Poesia del Mondo, hanno ricordato il grande poeta fiorentino con un convegno nel Salone dei Cinquecento intitolato ‘Dieci anni dopo, il ricordo: Luzi tra colline di Toscana e memoria di Dante nel 750esimo’.

I più illustri studiosi di Luzi, tra cui Sergio Givone, Anna Dolfi, Marcello Ciccuto e Marco Marchi, hanno condotto il pubblico alla scoperta del legame tra il poeta e la terra del Chianti, al quale era particolarmente affezionato, tanto da essere stato nominato nel 2000 Legato Ad Honorem della Lega del Chianti in occasione del Capitolo Straordinario per il Grande Giubileo tenutosi nella Cattedrale di Fiesole. Proprio per questa sua caratteristica, il convegno è stato realizzato grazie al contributo di Chianti Banca e il Consorzio Chianti Classico, che assieme alla Lega del Chianti sono le istituzioni che rappresentano questo prezioso territorio.

Infine sono stati premiati i vincitori della IV edizione del concorso di poesia ‘Firenze per Mario Luzi’ riservato alle scuole medie inferiori e superiori toscane. L’iniziativa, organizzata in collaborazione con l’Assessorato all’Educazione del vomune di Firenze, ha proclamato vincitori Alisa Tabarrani con la sua poesia ‘Vieni a vedere il mare’ e Giacomo Bacigalupi con ‘Chi non è morto è morto dentro’ (1° premio ex aequo) seguiti da Sofia Giovarruscio autrice di ‘Tu : 6352’ e da Andrea Celeste Senzanonno che ha scritto ‘Sono una ragazza’. Oltre alla targa e a un dvd sul poeta, hanno ricevuto in dono la preziosa plaquette con l’inedito di Luzi ‘Il pianto di Maria’ dedicato alla lauda di Jacopone da Todi, con l’introduzione dell’Arcivescovo e teologo Mons. Bruno Forte. Hanno invece ricevuto un diploma gli studenti i cui lavori sono stati giudicati meritevoli di segnalazione: Felicia Maria Aldinucci (‘Anime sorde’) del Liceo Classico Petrarca; Alessio Luca Bartelloni (‘Tra il Sahara e le stelle’) del Liceo Classico Carducci di Viareggio; Francesco Fantechi (‘Il sasso’) dell’Isis Machiavelli di Firenze; Giovanni Gelsumini (‘La strada’) I.C.Ghandi – P.Uccello Media di Firenze; Pietro Innocenti (‘Il volo del gabbiano’) I.C. Masaccio – Scuola Media Masaccio FI; Sofia Linari (‘Ricordi nel temporale’) S.M. Folgore San Gimignano; Federico Masoni (‘O Tristezza’) Liceo Linguistico Montale Pontedera; Francesco Musetti (‘La landa nera’) S.M. Taliercio Marina di Carrara; Sara Urgo (‘Leggere un libro’) S.M. Semproniano; Lorenzo Ponticelli (‘A Magor’) I.C. Le Cure – S.M. Calvino; Widad Rogui (‘Nostalgia di te’) Isis Vegni – Cortona; Valentina Vigilucci (‘Primavera’) Liceo Classico Carducci Volterra. Tutti i partecipanti hanno ricevuto un attestato di partecipazione.

Maurizio Costanzo