Papa Francesco (Olycom)
Papa Francesco (Olycom)

Firenze, 7 ottobre 2015 - Si definisce in maniera più precisa il programma della visita di Papa Francesco a Firenze. Un appuntamento molto atteso dalla Toscana e non solo quello di martedì 10 novembre. Il Santo Padre parteciperà al convegno ecclesiale nazionale dal 9 al 13 novembre. Un paio di certezze. La Messa nel pomeriggio allo stadio Franchi. E il pranzo che sarà, come da tradizione, con i poveri. Pranzo che avverrà alla chiesa della Santissima Annunziata. Il programma, «ancora non definitivo in tutte le sue parti», è stato illustrato dall'arcivescovo e dal vicesindaco Cristina Giachi.

Due le città che il Pontefice toccherà: Prato e Firenze. L'arrivo a Firenze sarà allo stadio Ridolfi intorno alle 9.15 in elicottero. Ad accoglierlo troverà l'arcivescovo di Firenze cardinale Giuseppe Betori, il prefetto Alessio Giuffrida e il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi

Dal Ridolfi il Papa si sposterà verso il Battistero dove entrerà facendo lo stesso percorso che i 2.200 delegati presenti al convegno faranno invece la sera del 9 novembre, per entrare nella Cattedrale di Santa Maria del Fiore. Qui, dopo il saluto del presidente della Cei, cardinale Angelo Bagnasco, e tre testimonianze, il Papa parlerà alla Chiesa italiana. Il percorso dallo stadio Ridolfi al Duomo: viale dei Mille, Ponte al Pino, via Cavour, Piazza San Giovanni. Alle 9,45 entrerà in Battistero e da qui in Cattedrale dove terrà il suo discorso ai convegnisti.

Prima della Messa, come ha ricordato Betori, il Papa farà due gesti «per la città di Firenze pur non essendo quella giornata una visita ufficiale a Firenze». Papa Francesco pregherà davanti all'immagine della Madonna nella Basilica di Santissima Annunziata e poi mangerà con un gruppo di «abituali frequentatori» alla mensa della Caritas di San Francesco Poverino, sempre in piazza Santissima Annunziata. Poi, dopo un breve momento di riposo in Arcivescovado, il Pontefice partirà per recarsi allo stadio e celebrare la Messa. Per andare allo stadio il Papa passerà da via Calzaiuoli, piazza della Signoria e piazza Santa Croce.

«Al Franchi - ha ricordato l'arcivescovo Betori - si entrerà solo con il biglietto di invito, assolutamente gratuito, che verrà distribuito attraverso le parrocchie, le associazioni e i movimenti, le scuole cattoliche. Altri biglietti di ingresso, circa 6 mila, sono previsti per il Ridolfi, da dove tra l'altro il Papa ripartirà alle 17 in elicottero, e anche questi saranno distribuiti con gli stessi canali gratuitamente. Qui sarà allestito un maxi schermo per consentire di seguire la Messa». Saranno cinquantamila le persone che potranno assistere alla cerimonia.

«Chi non ha il biglietto per il Franchi o per il Ridolfi - ha concluso l'arcivescovo - avrà la possibilità di vedere il Papa da vicino nei passaggi in centro, sia la mattina in piazza Duomo, sia nel pomeriggio in piazza Signoria e in piazza Santa Croce, dove saranno allestiti anche due maxi schermi. L'invito è a restare in centro e non dirigersi senza biglietto verso il Campo di Marte, perchè qui non ci sarà la possibilità neppure di seguire la Messa». Per tutto il giorno ci sarà la diretta di Tv 2000.

 

Gli inviti per malati e disabili

Per accedere allo Stadio è necessario avere un biglietto nominale assolutamente gratuito. I biglietti saranno distribuiti tramite le parrocchie della diocesi, attraverso movimenti e associazioni ecclesiali e tramite le scuole cattoliche. Ad ogni parrocchia è stato indicato il numero di biglietti a disposizione, proporzionale al numero di abitanti. Per raggiungere altre persone non legate alle parrocchie o ad altre realtà cattoliche sarà attivata una mail dove inviare la propria richiesta, fino ad esaurimento posti, indicando nome e cognome.Gli ammalati e le persone disabili potranno partecipare alla celebrazione assistiti dai responsabili della Misericordia e dell’Unitalsi.Anche allo Stadio di atletica Ridolfi le persone, circa 6mila, potranno accedere esclusivamente con un biglietto sempre assolutamente gratuito. Tutte le informazioni saranno disponibili sul sito www.diocesifirenze.itMalati e disabili. Saranno le Misericordie e l’Unitalsi a organizzare e coordinare il trasporto di malati e disabili allo Stadio comunale per la Messa di Papa Francesco, martedì 10 novembre. Per chi vuole prendere contatti (sia singole persone che altre associazioni) i recapiti di riferimento sono questi: per le Misericordie, la segreteria della Misericordia di Firenze, tel. 055.2393909; per l’Unitalsi, la segreteria regionale, tel. 335.369934. Sono state creati anche due indirizzi email: papafrancesco@misericordia.firenze.it e papafrancesco@unitalsitoscana.it