Vaiolo delle scimmie, i contagi salgono a 13. I numeri da chiamare in caso di sintomi

Tredici casi di monkeypox sono stati registrati in Toscana, con il primo contagio avvenuto durante due feste in provincia di Firenze. Le autorità stanno indagando sull'origine del contagio e organizzando la vaccinazione. Le persone infette sono in isolamento e in buone condizioni. Numeri di contatto per informazioni sono stati forniti.

Sale a 13 il numero delle persone colpite dal vaiolo delle scimmie (monkeypox) in Toscana. Il primo caro è emerso in provincia di Firenze e la Asl Toscana Centro sta lavorando per capire la possibile origine del contagio ed eventuali punti di contatto con gli altri soggetti infetti. Per i dodici casi precedenti è stato invece già verificato il punto in comune: due feste, avvenute entrambe in provincia di Firenze; la prima organizzata per l’ultimo dell’anno in un locale di Firenze e l’altra nei giorni successivi in provincia. Il primo contagio è stato scoperto nella seconda settimana di gennaio, quando un medico di famiglia del Mugello ha osservato i sintomi e sottoposto ad accertamenti un paziente, poi risultato positivo. Nei giorni successivi sono state verificate le altre positività al vaiolo delle scimmie, relative a undici uomini fra i 26 e i 46 anni, che avevano partecipato alle due feste in questione. Sono tutti in buone condizioni, in isolamento. Al momento due persone contagiate sono in isolamento in provincia di Prato, due a Pisa, uno ad Arezzo e sette in provincia di Firenze. La Regione sta lavorando all’organizzazione della vaccinazione, affidata ai centri delle Malattie infettive delle aziende. Per la nostra area vasta è possibile contattare: Careggi, Sod Malattie Infettive e Tropicali, Piastra dei Servizi, Padiglione 15, pianoterra: 055. 7949425 (Dal lunedì al venerdì dalle 12 alle 14); Bagno a Ripoli - Soc di Malattie Infettive 1 Ospedale S. M. Annunziata (ambulatorio sesto piano percorso C): 055.6936512, dal lunedì al venerdì alle ore 11.30-12:30 e 16-18.