Firenze, 9 giugno 2021 - “Mi sento bene, ora vado a lavorare”. Queste le parole di Laura Giovannuzzi mentre esce dalla farmacia comunale di viale Europa, a Firenze, dove si è appena vaccinata con la dose di Jansenn della Johnson&Johnson. “Avevo già l'appuntamento per il vaccino – ha spiegato – ma era tra diverso tempo e, avendo saputo dell'iniziativa sui social, mi sono subito prenotata e sono stata la prima”.

Grazie all'accordo siglato con Federfarma Toscana e Confservizi Cispel Toscana, è infatti partita la possibilità per le farmacie della regione di somministrare i vaccini alle persone tra i 60 e i 79 anni, più esposte ad ammalarsi di Covid e che hanno difficoltà a prenotarsi sul portale regionale. A Firenze sono due le farmacie attive, quella appunto di viale Europa e quella di San Niccolò. Dal 15 giugno se ne aggiungeranno altre in tutta la Toscana. “L'obiettivo – ha commentato il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani – è di arrivare ad un'adesione di almeno il 50 per cento delle farmacie sul territorio”.

I vaccinati settantenni sono circa il 90 per cento, per gli over 60 la copertura è dell'80 per cento. “Mancano ancora diverse migliaia di persone tra i 60 e i 70 anni che dovrebbero vaccinarsi. A loro dico – ha fatto appello l'assessore regionale alla sanità, Simone Bezzini – vaccinatevi. Per farlo, se non riuscite a prendere appuntamento online o non potete raggiungere l'hub, contattate i medici di famiglia o le farmacie”.