Simona

Riccio *

La nascita dell’Accademia tecnologica edilizia toscana rappresenta un’opportunità in più per il lavoro e per l’economia della nostra regione, perché consente di potenziare la formazione tecnica specializzata in relazione alle esigenze del mondo del lavoro.

A sostenere questa iniziativa al pari mio anche il segretario generale della Cisl Toscana, Ciro Recce, sostenendo che si va nella direzione giusta, proprio quella che da tempo auspichiamo, di accrescere l’offerta di istruzione tecnica superiore, potenziando i percorsi Its.

E’ un passo importante, proprio quello che serviva per dare risposte occupazionali di qualità ai giovani, che anche da noi troppo spesso purtroppo faticano a trovare lavoro vero e dignitoso.

Tra i soggetti fondatori della nuova Accademia, ci sono Formedil Toscana e le dieci scuole edili della nostra regione: un coinvolgimento importante per il nostro sistema bilaterale di formazione che consentirà di formare nuovi profili professionali per il settore delle costruzioni.

L’edilizia sta vivendo un momento di particolare ripresa, il lavoro è ripartito ma mancano manodopera e tecnici specializzati alla luce delle nuove normative in materia di green economy. La nuova Accademia tecnologica edilizia toscana può offrire una risposta.

* Segretario generale

della Filca-Cisl Toscana