Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
16 giu 2022

Un’analisi chimica delle acque per salvare la diga di Sammontana

L’operazione serve a tutelare i pesci del lago. In ballo anche il progetto. per il ripristino dell’alveo

16 giu 2022
Un’analisi in laboratorio (foto d’archivio)
Un’analisi in laboratorio (foto d’archivio)
Un’analisi in laboratorio (foto d’archivio)
Un’analisi in laboratorio (foto d’archivio)
Un’analisi in laboratorio (foto d’archivio)
Un’analisi in laboratorio (foto d’archivio)

L’operazione salvataggio della diga di Sammontana è in pratica in corso: nulla si lascia al caso. Occorre abbassare il livello del lago - e nessun momento dell’anno sarebbe migliore di questo - ma per fare le cose in maniera ottimale, si procede in via preliminare a un’analisi chimica delle acque. In tal senso, il Comune di Montelupo ha ‘chiamato’ un laboratorio di Campi Bisenzio, per una spesa di poco oltre i 18 mila euro.

Le analisi servono per tutelare i pesci e tutto ciò che di organico e biodiversità ’ruota’ attorno al lago. Ricordiamo che la fauna ittica viene in gran parte trasferita in altri laghi o corsi d’acqua idonei. È al via l’imponente operazione che consentirà - tramite declassamento - il mantenimento della diga e quindi l’esistenza stessa del lago, che comporta tre vantaggi: da oltre mezzo secolo, rappresenta una sorta di oasi per i montelupini (e non solo), riveste grande importanza per l’equilibrio idrogeologico e la sicurezza idraulica, costituisce un sito di biodiversità per la presenza di tante specie di pesci d’acqua dolce. ‘Patrimonio’ da non disperdere. In realtà i progetti sono due, complementari: il primo riguarda la diga, l’altro il ripristino dell’alveo del rio Sammontana dalla diga fino ai meandri dell’Arno. Spesa di 2 milioni di fondi governativi.

Andrea Ciappi

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?