Quotidiano Nazionale logo
7 mag 2022

Torna ’Adotta una bolletta’ Già distribuiti 70mila euro

Gli ultra 65enni in difficoltà possono presentare le nuove domande da lunedì. Le richieste a Auser, coordinamento delle Misericordie e Caritas

Una delle proteste contro il caro-bollette organizzate negli ultimi mesi
Una delle proteste contro il caro-bollette organizzate negli ultimi mesi
Una delle proteste contro il caro-bollette organizzate negli ultimi mesi

Quasi 70mila euro di offerte che sono per ora servite a pagare 450 donazioni. Eccola la generosa risposta dei fiorentini al caro bollette che imperversa. C’è chi ha donato 5, 10 o 20 euro, ma anche chi ha partecipato con mille o duemila euro. Aziende, associazioni e imprese. Di tutto. Anche persone da fuori Firenze che hanno visto la notizia sui media nazionali.

E non è finita qui. Da lunedì chi ha più di 65 anni e difficoltà a pagare le bollette di luce e gas potrà richiedere ad Auser, Coordinamento delle Misericordie di Firenze e Caritas Diocesana il contributo dell’iniziativa ‘Adotta una bolletta’, la raccolta fondi realizzata dalla Fondazione Montedomini Onlus insieme al Comune di Firenze.

Le domande potranno essere presentate fino al 10 giugno. Potrà essere richiesto un contributo che vada a coprire il costo delle ultime bollette di luce e gas (una della luce e una del gas oppure di luce e gas insieme se facenti parte di un’unica bolletta) indicativamente fino a un massimo di 250 euro per nucleo familiare.

La raccolta delle donazioni è ancora aperta: per chi volesse dare un aiuto agli anziani può fare un versamento sull’Iban IT75H0306909606100000141309 intestato a Fondazione Montedomini Onlus (https:fondazionemontedomini.comadotta-una-bolletta-2).

"Il caro energia e il conseguente aumento delle bollette è un problema per tanti cittadini e anziani – ha detto l’assessore al Welfare Sara Funaro – soprattutto per gli over 65 che vivono soli, perché può portarli sotto la fascia di povertà. Con questa iniziativa vogliamo dare un aiuto concreto a coloro che si trovano a vivere in una situazione difficile, anche se siamo consapevoli che servono misure straordinarie per far fronte a questo problema".

"Questo progetto – ha detto il presidente dell’Asp Montedomini Luigi Paccosi – è un segnale importante di vicinanza della città ai nostri anziani che fanno più fatica. Per questo ringrazio i tanti che con generosità hanno risposto al nostro appello. ‘Adotta una bolletta’ è stata replicata in altre città e siamo fieri che Firenze, come spesso succede, sia stata apripista di un’iniziativa a favore delle persone più fragili. È un momento duro e l’emergenza non è finita".

Per le richieste rivolgersi a: Auser 055294324 - 3288673301; Coordinamento delle Misericordie 0553261615; Caritas Diocesana 3351825734

Può chiedere il contributo chi è cittadinoa residente nel Comune di Firenze; avere residenza anagrafica nell’immobile dove è allocata l’utenza per le quale si chiede il contributo; avere un’età superiore ai 65 anni nel 2022; le bollette di luce e gas devono essere intestate alla persona in possesso dei requisiti o di suo familiare convivente; il richiedente deve essere in possesso di attestazione Isee 2021.

Pa.Fi.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?