Firenze, 11 luglio 2018 - Lite tra vicini. Un uomo ha tentato di uccidere il vicino dopo una discussione colpendolo con un coltello a organi vitali come milza, polmoni, fegato, più muscoli e anche alle braccia. I carabinieri lo hanno arrestato per tentato omicidio.

È successo a Figline Valdarno ( Firenze) la notte scorsa dove il 118 è intervenuto per soccorrere un 50enne del posto trovato a terra in una pozza di sangue con l'addome e il torace 'aperta' da almeno due coltellate. Il 50enne è in pericolo di vita e nella notte è stato sottoposto a un complesso e prolungato intervento chirurgico all'ospedale Serristori.

I carabinieri hanno arrestato nella sua abitazione l'aggressore, un napoletano di 49 anni trovato ancora con le scarpe e la canottiera sporche di sangue. Trovata anche l'arma usata, un coltello da cucina con lama di 21 centimetri: era stato in parte ripulito e nascosto in un cassetto. Il coltello è stato sequestrato. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, tra i due ci sono stati negli ultimi tempi diversi alterchi, anche accesi, per motivi di vicinato, a seguito dei quali sono scattate querele tra i due. L'arrestato è stato trasferito nel carcere di Sollicciano.